Tav: Ex Presidente Umbria Lorenzetti “mai nessun favore a marito”

Maria Rita Lorenzetti

lorenzetti(umbriajournal.com) PERUGIA – Maria Rita Lorenzetti è pronta a rispondere al gip nell’interrogatorio di garanzia. Lo ha detto il suo difensore, l’avvocato Luciano Ghirga.
L’interrogatorio davanti al giudice che ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari non e’ stato comunque ancora fissato.
In riferimento a questo provvedimento, l’avvocato Ghirga e’ tornato a ribadire di non vedere punti a sostegno del rischio di reiterazione del reato.
Il legale ha quindi nuovamente sottolineato che il marito della Lorenzetti, architetto, “non ha mai ricevuto favori per l’attivita’ professionale della moglie”.
Maria Rita Lorenzetti ha sempre rivendicato la correttezza del proprio operato. La “squadra” guidata dall’ex presidente dell’Umbria, presidente di Italferr, arrestata per associazione a delinquere nell’inchiesta Tav a Firenze voleva la presidenza dell’Autorita’ di vigilanza sugli appalti. E’ quanto emerge da un’intercettazione ambientale agli atti dell’inchiesta secondo cui la “squadra”, prima che l’indagine scombinasse i piani, si organizzava per rimuovere il presidente in carica Sergio Santoro, a favore dell’amico Piero Calandra che diceva: “Deve smammare”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*