Operazione “Mama boys”, banda di spacciatori nigeriani smantellata da Polizia, 13 arresti [Guarda foto e video]

La Polizia di Perugia ha smantellato una banda di spacciatori nigeriani. Dalle prime luci dell’alba, gli agenti stano dando esecuzione a 13 ordinanse di custodia cautelare. “Un’indagine – spiegano in Questura – notevolmente complessa e che è stata svolta dalla Squadra mobile di Perugia, diretta da Marco Chiacchiera, con il coordinamento del Servizio centrale operativo della Direzione centrale anticrimine della Polizia di Stato”. Si tratta , di fatto, dell’Ufficio che coordina le opeazioni sul territorio nazionale. Accuse gravissime. Secondo gli investigatori, i nigriani avrebbero piazzato sul mercato della droga perugino: marijuana, hashish, cocaina ed eroina. I membri della gang malavitosa sono dimoranti in provincia. Oltre alle tredici ordinanze di custodia, se la Polizia le rintraccerà tutte, saranno eseguite delle espulsioni come misura preventiva a carico di persone ritenute pericolose e residenti sul territorio nazionale. Queste saranno accompagnate immediatamente alla frontiera. Come detto le accuse sono gravissime, contestata l’associazione a delinquere per violazione dell’articolo 73 “concorso in spaccio di stupefacenti”. Alle 11,30 una conferenza stampa per fornire ulteriori dettagli.

L’operazione è stata condotta dalla I° Sezione Criminalità Organizzata della Squadra Mobile di Perugia con la collaborazione delle Squadra Mobili di Ancona e Viterbo e del Reparto Prevenzione Crimine “Umbria e Marche” e coordinata dal Servizio Centrale Operativo (SCO) della Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato, oltre al contributo tecnico del Servizio Polizia Scientifica.

“Mama Boys”, così si chiama l’operazione, finalizzata, come scritto,  alla esecuzione di 13 misure cautelari (9 custodie in carcere e 4 obblighi/divieti di dimora), nonché all’esecuzione di 6 (sei) provvedimenti di espulsione quale “misura di prevenzione” a carico di altrettanti indagati (chieste dalla Procura della Repubblica di Perugia, p.m. Dr. PETRAZZINI ed emesse dal GIP del Tribunale Dr. CLAUDIANI) a carico di altrettanti spacciatori di eroina, cocaina, hashish e marijuana, si sta svolgendo su vari obiettivi di questa Provincia. [GUARDA TUTTE LE FOTO]

Nel corso dell’attività investigativa sono stati effettuati oltre 50 (cinquanta) recuperi di stupefacente da altrettanti acquirenti, in alcuni casi minorenni. L’attività ha consentito di appurare il coinvolgimento anche della titolare l’esercizio commerciale all’interno e nei pressi del quale si svolgeva l’illecita attività: i locali ove questo si trova sono stati sottoposti a sequestro e saranno tempestivamente avviate tutte le procedure per la sospensione e revoca delle licenza necessarie all’esercizio del commercio ivi tenutosi. A tutti è stato contestato il reato previsto e punito dall’art. 73 D.P.R. 309/1990 (Testo Unico Stupefacenti): traffico di sostanze stupefacenti o psicotrope (la versione più “lieve” prevista dal comma 5° nel caso di poche cessioni monitorate, e invece nella fattispecie più “grave” ex comma 1° nei casi in cui l’indagato si sia reso responsabile di più cessioni quali l’eroina e la cocaina).

Centro nevralgico e di copertura della banda era l’African Shop di via Curtatone Montanara a Perugia, nella zona della Stazione di Fontivegge. Le intercettazioni video e ambientali hanno, in ogni caso, permesso di chiarire anche la responsabilità della donna che gestiva il negozio. Anche lei è stata arrestata.



 




correlati

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Solve : *
18 + 24 =