Scompaiono quattro persone in pochi giorni, ritrovate dai Carabinieri

Maria Elisabetta Mascio

Scompaiono quattro persone in pochi giorni, ritrovate dai Carabinieri

Scompaiono quattro persone in pochi giorni, ritrovate dai Carabinieri

L’impegno dei Carabinieri della Compagnia di Assisi nei confronti dei cittadini dei territori dei vari comuni ricompresi nella giurisdizione è costante e comporta notevoli sforzi nell’intero arco della giornata.

Dall’inizio del mese di dicembre sono state 4 le persone che si sono allontanate dalle proprie abitazioni facendo così cadere nell’angoscia parenti ed amici che ne hanno denunciato la scomparsa anche durante la notte non vedendoli ritornare.

Fortunatamente, proprio grazie alla continua presenza sul territorio di numerose pattuglie dell’Arma e dall’ottima sinergia creata tra i vari reparti, i Carabinieri di Assisi, che hanno attuato immediati servizi di ricerca come da specifico piano elaborato dall’Ufficio Territoriale del Governo di Perugia, sono riusciti a rintracciare tutte le persone scomparse che sono state riaffidate ai propri cari e in un caso ad una comunità educativa del territorio.

In particolare un 35enne di Valfabbrica, con problemi psichici, si era allontanato dalla propria abitazione senza dare spiegazioni ai familiari; un 76enne di Assisi, eludendo il controllo dei familiari, usciva di casa perdendo l’orientamento; due minori affidati ad una comunità educativa, si sono allontanati per motivi legati al rifiuto della loro condizione di assoggettamento alle decisioni del Tribunale di Minorenni che ne aveva disposto il collocamento.

In quest’ultimo caso le ricerche hanno permesso di ritrovare i due ragazzi anche grazie alla collaborazione con le Compagnie Carabinieri limitrofe e i militari hanno denunciato due persone per sottrazione consensuale di minore. Si tratta del fidanzato della minore, che ne ha favorito l’allontanamento e tentato di sviare le indagini per il rintraccio ed un’ex insegnante della minore che l’ha ospitata senza avvisare le forze dell’ordine, pur essendo consapevole della condizione giuridica della ragazza. /Carabineri

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*