Pregiudicati in trasferta, bloccati a Città di Castello

carabinieri-castello-rapina-umbertideI carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Città di Castello riescono a individuare, grazie alla segnalazione di un cittadino, un gruppo di pregiudicati stranieri che, con tutta probabilità, volevano commettere dei furti.

E’ accaduto sabato mattina quando verso le 10.30 un abitante della zona di Trestina ha telefonato al 112 riferendo di aver notato hanno verificato che il veicolo risultava in uso a pregiudicati dell’est Europa domiciliati in Emilia Romagna. In zona sono state inviate tre pattuglie, di cui una formata da militari in borghese. L’auto veniva individuata nel parcheggio di un bar. I cinque stranieri, tre uomini e due donne, notati all’interno del locale, erano intenti a giocare con i videopoker. Tenuti d’occhio per alcune decine di minuti, sono stati bloccati prima che ripartissero.

I cinque, di età compresa tra i 35 ed i 45 anni, sono stati condotti in caserma e sottoposti a perquisizione. Dagli accertamenti è emerso che quasi tutti annoverano precedenti penali in particolare per furti in appartamento. Non avendo saputo fornire alcuna valida spiegazione circa la loro presenza a Città di Castello, e ritenendo quindi molto probabile che si trovassero in zona per commettere dei furti, a loro carico è stata inoltrata la misura di prevenzione del divieto di ritorno nel comune di Città di Castello.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*