POVERA PERUGIA, COME TI HANNO RIDOTTA!

perugia-violenza-perugia violenta disastri nelle notti perugine notti a perugia(umbriajournal.com) PERUGIA – Locali danneggiati, scippi, rapine, furti, risse in strada, aggressioni: di queste storie sono pieni gli articoli di cronaca perugina di questi ultimi anni ma soprattutto di questi ultimi giorni.  LEGGI, INFONDO ALL’ARTICOLO,  IL COMMENTO DI FABIO FAINA Agghiacciante è stata l’aggressione subita sabato sera da un tassista da parte di uno straniero aiutato da un nutrito gruppo di suoi “compari” alla stazione di Fontivegge, dopo che il tassista aggredito aveva fissato una cifra per la corsa in taxi che l’aggressore riteneva alta. Purtroppo i tassisti denunciano che l’episodio di sabato sera non è stato un evento isolato e che Fontivegge è ormai diventata una “giungla” senza legge né regole; per affrontare questa emergenza sociale la categoria dei tassisti ha perciò proposto di studiare una forma di presidio delle forze dell’ordine nelle zone di via del Macello, via Sicilia e Fontivegge.

 

Signor sindaco, dato che lei in un’intervista pubblicata il 9 novembre 2011 aveva affermato categoricamente che la sua giunta avrebbe reso la “vita dannata” agli spacciatori e ai criminali, perché dopo due anni non passa dalle parole ai fatti accogliendo la proposta dei tassisti attivandosi subito per trovare un accordo con le forze dell’ordine e creare un presidio fisso nei quartieri ad alta densità di reati?

Noi, da parte nostra, vogliamo farle un’altra proposta: il comune di Perugia si adoperi a collaborare concretamente con le forze dell’ordine mandando i vigili urbani a pattugliare nelle ore serali e notturne la città di Perugia, sia centro sia nelle frazioni e nelle periferie, al fine di segnalare alle forze dell’ordine eventuali reati o violazioni delle ordinanze comunali in materia di alcol, mescita e trasporto di vetri fuori dal locale. Potrebbe essere un buon deterrente contro i furti, le risse, le spaccate ai danni di attività commerciali e contro gli altri “reati predatori” che, secondo i dati del Viminale, nell’ultimo anno sono cresciuti a Perugia dell’1,79% e a Terni del 3,68%.

Signor sindaco, i Vigili Urbani non servono solo per fare le multe e per contrastare le infrazioni stradali, ma hanno anche il dovere di contribuire al mantenimento dell’ordine e della legalità sul territorio cittadino: mandi perciò un segnale per far rialzare la testa a una città ormai prostrata dai continui crimini che non fanno altro che danneggiarne l’immagine già compromessa!

Virginio Curti, Presidente del Movimento per Perugia

 

1 Commento

  1. caro signor curti, io non voglio difendere il sindaco ma non capisco perchè la stessa domanda non la rivolge al sig. prefetto, al sig. questore, ai sig.ri comandanti dei carabinieri, della finanza e della forestale?
    forse qualcosa in più sull’ordine pubblico dovrebbero capirci ed avere anche qualche competenza e dovere istituzionale. oppure no?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*