POLIZIA DI TERNI, UN ANNO DI ATTIVITA’

Deposizione della corona ai caduti(UJ.com3.0) TERNI – Nel corso dell’anno la Polizia di Stato ha espletato i propri compiti di mantenimento dell’Ordine e della Sicurezza Pubblica e di repressione dei reati attraverso le articolazioni e gli Uffici che la rappresentano nel territorio. Procedendo ad un’analisi dettagliata delle attività dei vari Uffici si deve rimarcare l’attività della Divisione di POLIZIA ANTICRIMINE, cui fanno capo le attività di analisi e di contrasto alla criminalità.

Nel periodo 15.04.2012–15.04.2013la Divisione, attraverso le sue articolazioni interne, ha:

–          predisposto n. 93 ordinanze di rimpatrio con foglio di via obbligatorio nei confronti di altrettanti pregiudicati provenienti da altre province;

[wzslider autoplay=”true” info=”true” lightbox=”true”]

 

–          notificati n. 152  provvedimenti di “avviso orale”;

–          proposte n. 9 misure di sorveglianza speciale all’Autorità Giudiziaria;

–          notificati n. 12 “DASPO” (divieti di accesso a manifestazioni sportive);

–          provveduto al componimento di privati dissidi ed alla trattazione di n. 39 esposti;

–       svolto attività di supporto per il controllo della criminalità, trattando:

Deleghe richieste dall’A.G.

301

Informative richieste pene alternative

86

Informative richieste antimafia

158

Ricerche art. 159

59

Informative pericolosità sociale

44

Istanze di riabilitazione

15

Attività investigative a seguito di denunce sporte

65

 

Delitti consumati rilevati dalla Polizia di Stato in Terni e provincia

 

Tipologia dei delitti:

Periodo:  01/05/11 – 30/04/12

Periodo:  01/05/12 – 30/04/13

Differenza %

Furti con destrezza

21

25

19

Furti con strappo

19

7

-63

Furti in esercizi commerciali

170

102

-64

Furti in abitazione

264

336

27

Furti su auto

161

170

6

Furti di auto

37

36

-3

Totale furti

1262

1247

-1

Rapine e tentate rapine

19

25

31

Truffe e frodi informatiche

32

57

78

Omicidi dolosi

0

1

Tentati omicidi

3

2

-33

Lesioni dolose

47

81

72

Reati sessuali

6

7

17

Stupefacenti

51

42

-18

Totale generale delitti

2175

2452

13

 

Sono diminuiti in modo rilevante i reati inerenti ai furti in esercizi commerciali (-64%) e con strappo (-63%).

 

Totale persone indagate in stato di libertà

656

915

+39%

Totale persone  indagate in stato di arresto

151

218

+44%

 

Intensa l’attività della Polizia Scientifica che ha effettuato 244 sopralluoghi, 173 “narco-test”, ed ha provveduto a fotosegnalare 1.091 persone.

Particolarmente delicato il lavoro svolto dall’Ufficio Minori, il cui coinvolgimento nelle attività a supporto delle famiglie è stato, come di consueto particolarmente intenso.

Per quanto attiene alla collaborazione fornita al Tribunale per i Minorenni, l’ufficio ha segnalato 151 nuovi casi di disagio familiare; ha proceduto a 190 accertamenti delegati con richieste di informative di natura socio-ambientale; ha effettuato 15 indagini sociali delegate per le richieste di adozione internazionale, 5 accertamenti personologici, 2 tentativi di conciliazione e trattato 19 esposti.

L’attività repressiva nel campo minorile ha registrato:

–            11 allontanamenti dalla casa familiare con accompagnamento in “Comunità educative”;

–            1 indagato per abbandono di minore;

–            1 indagato per maltrattamenti in famiglia;

–            1  indagato per ricettazione, falsa attestazione a P.U. e violazione dell’art. 5 comma 8 bis del D. L.vo 86/98;

–            3 ordinanze di misura cautelare emesse dall’A.G. a seguito di indagini svolte;

 

Squadra Mobile

L’attività della Squadra Mobile si è sviluppata incessantemente verso il contrasto del crimine, con particolare riguardo ai reati che offendono la persona, il patrimonio, quelli in materia di immigrazione clandestina e la prostituzione, nonché quelli relativi alla diffusione delle sostanze stupefacenti. Sono state complessivamente arrestate 99 persone e denunciate 140 (nell’anno precedente risultano arrestate 75 persone ed indagate 120). I dati relativi alle operazioni di maggior rilievo, sono i seguenti:

Reati contro il patrimonio

Il contrasto ai reati contro il patrimonio ha permesso di  trarre in arresto 6 uomini responsabili di rapina in danno di una banca; 1 responsabile di rapina in danno di un esercizio commerciale; 1 responsabile di rapina nei confronti di un privato; 1 responsabile dell’incasso fraudolento di assegni provento di furto;

Sono state, inoltre, denunciate  42 persone per rapina, ricettazione, furto, appropriazione indabita e furto.

Reati contro la persona

Sono stati poi tratti in arresto 4 persone per atti persecutori e maltrattamenti in famiglia; 3 per violenza sessuale ed una persona per favoreggiamento/sfruttamento della prostituzione, nonché denunciate 6 persone per maltrattamenti in famiglia e 9 per favoreggiamento/sfruttamento della prostituzione.

Reati in danno di minori

E’ stato denunciato un uomo per violenza sessuale e sono stati affidati al servizio sociale 2 minori sottoposti a maltrattamenti;Reati commessi da minori

Sono stati sottoposti alla misura cautelare del collocamento in comunità 2 minori responsabili di numerosi furti e rapine in danno di coetanei; 1 minore è stato sottoposto a misura cautelare per rapina; 3 minori sono stati denunciati per furto e ricettazione. 

Reati in materia di stupefacenti

Come risposta alla crescente richiesta di sicurezza ha avuto ulteriore, importante impulso l’azione di presenza diffusa sul territorio e di controllo mirato per arginare l’attività di spaccio di stupefacenti che ha portato ad un sensibile aumento dei quantitativi sequestrati.

Complessivamente sono state tratte in arresto 42 persone e altre 26 denunciate in stato di libertà. Le operazioni hanno portato al sequestro di 1330 grammi di cocaina, 289 grammi di eroina, 10 di haschish, 70 di marijuana, e confiscata un autovettura. 

Altri reati

Sono state tratte in arresto 13 persone che devono espiare pene detentive.

D.I.G.O.S.

E’ proseguita l’intensa attività di prevenzione della DIGOS, che si è sviluppata sopratutto come attività informativa, con particolare riferimento all’ambito delle manifestazioni pubbliche e di quelle sportive.

Intenso, come sempre il supporto della squadra tifoserie che anche quest’anno ha dovuto monitorare la situazione legata alla tifoseria ternana.

L’attività repressiva ha permesso di registrare l’arresto di 9 persone in totale, la denuncia in stato di libertà di 46, la proposta e successiva applicazione di 19 “DASPO” (divieti di accesso a manifestazioni sportive) e la proposta di 7 “Avvisi Orali”.

Divisione Polizia Amministrativa

In parallelo all’attività repressiva e di anticrimine, si svolge una parte consistente delle competenze proprie della Questura che sono legate alla Polizia Amministrativa e dell’Immigrazione. Nel periodo in esame, le attività di Polizia Amministrativa hanno fatto registrare:

–          324 richieste informative relative alle guardie particolari giurate;

–          12 richieste informative relative alla sicurezza nei locali pubblici cd. “buttafuori”;

–          123 richieste informative relative ai rilasci e rinnovi di porti di pistola;

–          375 richieste informazioni vari enti;

–          86 controlli amministrativi eseguiti ad esercizi pubblici, rivenditori di veicoli nuovi ed usati, di oggetti preziosi, agenzie affari, riparatori e rivenditori di armi, fabbricanti di artifici pirotecnici, commercianti di materie esplodenti, istituti di vigilanza, etc.;

–          20 sanzioni amministrative elevate per un importo totale superiore a Euro 5.916,00;

–          9 provvedimenti di sospensione di attività ex art. 100 T.U.L.P.S.;

–          30 persone indagate in stato di libertà;

–          152 atti di notifica, delegati dalla Prefettura;

–          1118 denunce di infortunio sul lavoro trattate;

–          124 pratiche relative ad agenzie affari trattate complessivamente (agenzie di scommesse, al commercio di oggetti preziosi ed al volo da diporto);

–          1803 licenze di porto di fucile per uso di caccia e per lo sport del tiro a volo rilasciate, n. 7 licenze per la fabbricazione e riparazione di armi;

–          28 licenze di porto di fucile sono state revocate e 2 sospese, 10 sono state le istanze di rilascio di porto di fucile respinte e 40 le licenze revocate;

–          7 licenze per riparazione e fabbricazione di armi;

–          18 autorizzazioni per accensioni fuochi d’artificio sono state rilasciate, 9 per l’impiego di gas tossici, 13 nulla osta per l’acquisto di esplosivo e 12 licenze per la vendita di armi;

–          3118 sono le pratiche ricevute relative alla comunicazione di cessione di fabbricato;

–          4717 armi sono state movimentate nel Sistema Di Indagine;

–          1750 denunce di detenzione di armi;

–          50 le collezioni di armi antiche e comuni autorizzate;

–          54 i trasporti di armi autorizzati;

–          42 autorizzazioni all’importazione ed esportazioni temporanea di armi, 32 carte europee per armi da fuoco sono state rilasciate mentre per 73 si è provveduto al rinnovo;

–          3 persone sono state deferite all’A.G. per illegale detenzione di armi e 60 armi sono state ritirate in esecuzione di provvedimenti;

–          3547 passaporti ordinari sono stati rilasciati e rinnovati oltre a 40 lasciapassare per minori e a 340 dichiarazioni di accompagno di minori vidimate.

Ufficio Immigrazione

Il contrasto all’immigrazione clandestina è proseguito incessantemente parallelamente all’attività amministrativa connessa alla presenza regolare degli stranieri.

L’Ufficio Immigrazione della Questura ha movimentato nell’anno 5.315 permessi di soggiorno; 230 sono stati i pareri per autorizzazioni al ricongiungimento familiare, 292 i Nulla Osta al lavoro, 249 le istanze di emersione, che hanno portato a 72 pareri negativi sulla sussistenza di rapporti di lavoro dichiarati e 314 gli accertamenti per la concessione della cittadinanza italiana.

Per mancanza dei requisiti di legge sono stati rifiutati o revocati 84 permessi di soggiorno, soprattutto nei confronti di protagonisti di gravi delitti.

L’attività repressiva all’immigrazione clandestina ha registrato 48 persone indagate, 241  provvedimenti di espulsioni di cui 14 eseguiti con accompagnamento alla frontiera, 79 con accompagnamento presso C.I.E., 130 con ordine del Questore a lasciare il territorio nazionale; inoltre, sono stati adottati 64 provvedimenti di allontanamento nei confronti di cittadini comunitari ritenuti pericolosi per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Per quel che concerne, poi, l’Ordine Pubblico, aspetto di rilievo nell’ordinato svolgersi della vita democratica di ogni realtà, va detto che  esso e’ stato gestito, sia in città che in provincia, con risultati più che soddisfacenti.

Uno sforzo costante per tutti, che ha visto l’impiego di circa 3150 unità in oltre 190 servizi di cui circa 100 per la gestione delle manifestazioni sportive.

Il Soccorso Pubblico ai cittadini in difficoltà e la prevenzione generale operata attraverso il capillare controllo del territorio sono realizzate dalla Squadra Volante, dalla Polizia di Prossimità, dal Poliziotto di quartiere e dall’Ufficio denunce.

La prevenzione dei reati non può avere una statistica oggettivamente analizzabile e quindi non è possibile evidenziare il successo di una politica di prevenzione, neanche raffrontando i dati statistici storici, troppo è influenzata da vari fattori.

Certo, talune situazioni sono rappresentabili e possono costituire un utile sistema di analisi.

In tale contesto si segnala l’attività più evidente dell’Ufficio di Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico che ha fatto registrare:

Persone arrestate                                        87        (+58%)

Persone indagate in stato di libertà         450      (+50%)

Persone controllate                                    27211 (+42%)

Veicoli controllati                                       10707 (+12%)

Posti di controllo effettuati                       674      (+12%)

Contravvenzioni al C.d.S.                         300

Sequestri Amministrativi                          49

Veicoli oggetto di furto ritrovati             32

Denunce e querele ricevute                      1928

Relazioni di P.G. al Giudice di Pace       109

Chiamate sul 113                                        8790

Interventi di Soccorso                                 6980

Intensa l’attività anche da parte del Commissariato di Orvieto che ha una vasta competenza territoriale nella zona dell’Alto orvietano.

Nell’espletamento delle attività di prevenzione il personale del Commissariato ha deferito all’Autorità Giudiziaria 7 persone in stato di arresto e 12 in stato di libertà; ha controllato 6.369 veicoli e 8.057 persone, effettuando 1.830 posti di controllo.

Imponente anche la mole di lavoro nell’ambito amministrativo. 

SPECIALITA’ DELLA POLIZIA DI STATO

 Polizia Stradale

Oltre che all’espletamento dei compiti demandati alla Specialità, sono stati effettuati mirati servizi tendenti ad arginare il fenomeno delle attività illegali legate al settore della circolazione stradale, in tale ambito molteplici i controlli rivolti ai comportamenti di guida, con l’utilizzo dell’autovelox, telelaser, etilometro ed infratel.

 In dettaglio:

Pattuglie impiegate per vigilanza stradale Terni:        4338

Rilevamento incidenti stradali:                                       409

Infrazioni accertate                                                            17.877 (+23%)

Persone arrestate/fermate:                                                14

Persone denunciate in stato di libertà:                           88

Veicoli sequestrati compendio di reato:                                    17

Sequestri:                                                                             45

Stupefacenti sequestrati:    Marijuana                             217 gr.

Particolare rilievo hanno avuto la denuncia in stato di libertà di 4 persone per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e di altre 18 persone per truffa in concorso; l’arresto di 2 stranieri responsabili di furti con scasso presso aree di servizio della Capitale; l’identificazione e la cattura di 3 donne responsabili di numerosi borseggi all’interno di autogrill autostradali.

Posto di Polizia Ferroviaria di Terni

Servizi di vigilanza scalo ferroviario      1126

scorte ai treni viaggiatori                          1230

treni viaggiatori scortati                            2435

pattuglie automontate:                              160

persone identificate:                                  1678

denunciati a p.l.                                          13

contestazioni  amministrative                  3

denunce di reato acquisiste                      40

Contravvenzioni accertate                        24

Controlli depositi materiali ferrosi         15

Posto di Polizia Ferroviaria di Orvieto

scorte ai treni                                               1275

scorte tifosi:                                                 5

pattuglie automontate:                              95

persone identificate:                                  1690

minori rintracciati                                       1

Arrestati:                                                       1

Contravvenzioni accertate                        2

Controlli imprese rottamazione metalli 22

Sequestro di veicoli                                               1

Sezione Polizia Postale e delle Comunicazioni di Terni

Persone indagate in stato di arresto:                                          1

Persone indagate in stato di libertà:                                           67

–          per reati postali                                                                        1

–          per reati di settore pedofilia                                                 1

–          per reati di settore contro la persona                                               5

–          per settore radio frequenze                                                    2

–          per settore sistemi informatici                                               6

–          per reati del settore e-commerce                                           26

–          per reati del settore carte di credito                                     13

–          per altri reati                                                                             12

persone identificate                                                                                  75

autovetture controllate                                                                 56

contravvenzioni Codice della Strada elevate                            14

Importo sanzioni                                                                            euro 735,00

Denunce e querele ricevute                                                         273

Deleghe altri uffici ed Autorità Giudiziaria                              175

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*