Picchia la fidanzata e le rompe due denti, arrestato uno studente

Violenza in famiglia
Violenza in famiglia
Violenza in famiglia

Picchia e rompe un dente alla fidanzata che gli contesta un tradimento, studente 24enne arrestato per maltrattamenti e lesioni. Il fatto è accaduto in un appartamento della zona di via della Pescara. Alcuni condomini, dopo aver sentito forti grida e richieste d’aiuto della giovane, con rumori di mobilio spostato, hanno chiamato il 113. Una pattuglia della volante si è recata sul posto.

Quando gli agenti sono entrati hanno trovato la ragazza  seduta sul divano in evidente stato di confusione; la stanza presentava le sedie ribaltate a terra e numerosi oggetti d’arredo infranti e cosparsi sul pavimento. Il giovane, uno studente dell’università di Perugia, residente nel Lazio, temporaneamente domiciliato nell’appartamento, ha riferito di essere rientrato questa mattina a casa e di avere avuto una discussione animata con la sua fidanzata per motivi di gelosia; durante la discussione,  che a suo dire era accesa nei toni ma che non era sfociata alle mani, la ragazza nel voltarsi cadeva rovinosamente a terra e batteva gli incisivi sul pavimento.  Il ragazzo ha riferito anche di aver tentato di soccorrerla ma di non esservi riuscito perché contestualmente la polizia ha suonato alla porta.

Diversa la versione della ragazza che ha detto al rientro del giovane dalla discoteca, alle prime luci dell’alba,  ha notato inequivocabili tracce di rossetto di un’altra donna; motivo per cui è nata tra i due una accesa discussione da cui ne è scaturita una violenta lite che è sfociata nell’uso della forza da parte del fidanzato nei suoi confronti.

La donna ha detto anche di  essere riuscita a divincolarsi, a prendere la propria borsa e il cellulare, e uscire di casa mettendosi in auto per andare presso la sua residenza.

Accortasi che il cellulare che aveva preso non era il suo ma quello del suo fidanzato ha deciso di tornare nella casa per riprenderselo, ma appena il giovane le ha aperto la porta  ha ricominciato da subito a picchiarla, a spingerla e a tirarle i capelli.

Dalla colluttazione la donna ha riportato varie abrasioni in più parti del corpo, ma in seguito ad un pugno sferrato all’altezza della sua bocca, è caduta a terra, ha urtato un tavolino e si è procurata la frattura di due denti  con contusione al mento e al labbro superiore, successivamente refertate in ospedale e giudicate guaribili in  30 gg.

La giovane ha aggiunto che il fatto odierno non era stato l’unico, ma in passato era già stata picchiata più volte e minacciata spesso anche con l’uso di un coltello serramanico di colore rosso che il giovane abitualmente porta con sé.

Immediata perquisizione ha consentito agli agenti di ritrovarlo nel cassetto del  comò della camera da letto e a sequestrarlo.

Gli agenti, vista la situazione, dopo aver prestato le cure alla ragazza,  hanno arrestato il giovane per i reati di maltrattamenti e lesioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*