PERUGIA, VENDEVA ALCOOL A MINORI GESTORE DI LOCALE SANZIONATO

Various(umbriajournal.com) PERUGIA – Nell’ambito dei controlli disposti dal Questore Nicolò D’Angelo al fine di contrastare l’abuso di alcolici da parte di minorenni e il rispetto delle disposizioni volte a garantire la sicurezza pubblica, nella serata di ieri personale della Divisione Polizia Amministrativa, Sociale e dell’Immigrazione, diretto dal 1° Dirigente Maria Letizia Tomaselli, ha effettuato controlli agli esercizi pubblici del centro storico e della zona Fontivegge al fine di accertare l’osservanza dei divieti imposti dall’ ordinanza comunale di divieto di vendita di bevande su contenitori di vetro e in lattina dopo le ore 20.00.

 

Nel corso delle verifiche è stata accertata e contestata al gestore di un esercizio del centro storico, della zona di Via dei Priori, la violazione all’ordinanza del Sindaco, per aver venduto a due giovani bevande alcoliche in bottiglie di vetro, contravvenendo così al divieto imposto. I giovani, usciti dall’esercizio con bottiglie di birra, sostavano fuori dal locale e sono stati prontamente identificati dal personale di polizia mentre consumavano in strada la bevanda alcolica. Al titolare è stata quindi contestata la violazione prevista dalla legge n.267/2000 per inosservanza dell’ordinanza sindacale ed applicata la sanzione amministrativa di 450 euro per ogni vendita effettuata. I ragazzi sono risultati minori degli anni 18, uno di essi minore degli anni 16, e pertanto al gestore è stata contestata anche la violazione dell’art 14-ter della legge 8 novembre 2012 che commina la sanzione amministrativa da 250 a 1000 euro ed è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria per il reato di cui all’art 689 codice penale che sanziona la vendita di bevande alcoliche a minori di anni sedici con l’arresto fino ad un anno .

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*