Perugia, Nas, alimenti irregolari, 46 tonnellate di prodotti sequestrati

nas-2PERUGIA – I NAS In prossimità della Pasqua, come ogni anno, hanno intensificato le attività di controllo nella sicurezza alimentare. Nelle ultime due settimane, sono state ispezionate attività di produzione, commercializzazione, consumazione dei prodotti tipici delle mense e dei menù pasquali: dolci, pesce, frutta, verdura, salumi, formaggi, carne.

Le “Pulizie di Pasqua” hanno visto impegnati i Carabinieri dei 38 Nuclei dislocati sul territorio nazionale, che hanno eseguito oltre 1.500 ispezioni rilevando varie violazioni e sottoponendo a sequestro circa 360 tonnellate di alimenti di cui oltre 5 tonnellate tra uova, colombe e dolci pasquali, segnalando alle Autorità Giudiziarie, Amministrative e Sanitarie 629 persone e contestando violazioni amministrative per 600.000 euro; chiuse o sequestrate 46 strutture.

Anche Perugia, oltre alle città di Brescia, Lecce, Milano, Genova, Livorno, Bari, Napoli e Roma è coinvolta in questa ispezione. Il NAS di Perugia accertando la presenza di sporco e ruggine, scrostatura di pareti e soffitti di un salumificio ha proceduto all’immediata chiusura di parte dello stabilimento ed al sequestro di 22 tonnellate di prosciutti IGP e speck. Nella stessa giornata, il Nucleo di Perugia ha sequestrato circa 24 tonnellate di frutta e verdura (arance, kiwi, limoni, patate, broccoli, cavolfiori, carciofi) contaminate da agenti atmosferici ed inquinanti ambientali e, pertanto, le ASL competenti ne hanno disposto la distruzione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*