Perugia, arrestato dalla polizia extracomunitario in possesso di dosi droga

 
Chiama o scrivi in redazione


Perugia, arrestato dalla polizia extracomunitario in possesso di dosi droga

Nigeriano di 22 anni con confezioni di eroina e marijuana pronte per la vendita

Di Rossano Pastura

© Protetto da Copyright DMCA

Un extracomunitario di origini nigeriane è stato arrestato nel pomeriggio di ieri (martedì 12 gennaio n.d.r.) dagli agenti delle volanti della Polizia di Stato di Perugia, perchè trovato in possesso di un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti pronto per la vendita.

Durante un servizio di controllo del territorio, personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Perugia, effettuava degli accertamenti presso un complesso residenziale situato nella zona della Stazione Ferroviaria di Fontivegge.

L’operazione di polizia, effettuata con l’impiego di 3 volanti, prevedeva il controllo di un’area residenziale caratterizzata da un vasto androne centrale a cui si accede da alcuni corridoi che lo collegano con l’esterno.

Gli agenti, con un’azione coordinata, sono entrati nell’androne occupando tutti i varchi d’accesso al fine di impedire eventuali fughe da parte di eventuali spacciatori o altri criminali.

Appena delimitato lo spazio oggetto del controllo, i poliziotti notavano la presenza di due persone, che alla loro vista iniziavano ad agitarsi e tentavano di nascondersi dietro le colonne dell’edificio, parlottando fra loro.

Scattava a questo punto l’operazione di controllo dei due giovani extracomunitari, un 26enne originario del Gambia e un 22 di origini nigeriane.

Il 26enne gambiano si mostrava subito insofferente verso le operazioni di controllo, colpendo uno dei poliziotti ad un braccio e dichiarando di non aver fatto nulla di  male. A seguito della perquisizione non risultava in possesso di sostanze stupefacenti.

Diverso l’esito del controllo per l’altro giovane extracomunitario. Nel corso della perquisizione è stato trovato in possesso di 18 involucri di cellophane termosaldati, ben nascosti all’interno di una tasca dei vestiti, contenenti eroina, mentre nascosti all’interno di un pacchetto di sigarette contenute in un’altra tasca, sono stati rinvenuti 4 spinelli di marijuana, pronti per essere venduti e consumati.

Mentre gli agenti ne registravano le generalità, lo spacciatore riprendeva ad agitarsi, cercando di divincolarsi e fuggire. Questo comportamento ha messo in allerta i poliziotti, che a seguito di un ulteriore controllo, rinvenivano altri due involucri di nylon trasparente termosaldato contenenti marijuana.

A questo punto per l’uomo, risultato senza fissa dimora e senza alcun regolare lavoro scattava l’arresto. Al nigeriano, conosciuto già alle forze dell’ordine per precedenti reati contro la persona e per spaccio di stupefacenti, sono stati contestai dagli agenti delle Volanti i reati di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale.

Questa mattina si è svolto il processo per direttissima nel quale l’uomo, a seguito di patteggiamento, è stato condannato a una pena di un anno di reclusione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*