BASTIA UMBRA, ABBATTUTO UNO SPEED CHECK

speed check abbattuto Bastia Umbra (2)BASTIA UMBRA – Non è passata neanche una settimana da quanto, nella sala del Consiglio Comunale di Bastia Umbra, sindaco Ansideri, assessore Renzini, comandante del corpo di polizia municipale Menghella, hanno presentato – insieme ad uno dei titolari dell’azienda fornitrice – istallazione, valore e importanza delle colonnine “speed check”, che durante la notte appena trascorsa, una ne è stato abbattuta!. Ora, fermi restando tutti i dubbi sulla legittimità delle “colonnine” – per altro condivisibili – c’è pero’ da ricordare che quel dispositivo, che è stato fatto rotolare dentro ad un fossato a poca distanza dalla farmacia di Costano, lo abbiamo pagato con i nostri soldi. E costa mille euro. Il gesto, che evidentemente non voleva essere vandalico, non voleva essere vandalico e distruttivo. Si ha, guardando le immagini che abbiamo girato e le foto che abbiamo scattato, che la colonnina sia stata, sì strappata dalla sua sede, ma sia stata fatta cadere (forse p un caso) sull’erba. Nessun, danno, almeno in apparenza, ma la “protesta” di quel cittadino poco civile, pero’, c’e’ tutta.

Quello che colui che ha abbattuto la colonnina non sa,  è che per altro quella, ma proprio quella, non era ancora abilitata per scattare fotografie ai “velocisti” della strada. Sì, è vero, si puo’ e si deve protestare, ma non danneggiando cio’ che è “nostro”, anche se comprato senza il benestare diretto dei cittadini.

Vien fatto da chiedersi, ma come mai la sera della presentazione c’era così poca gente? Poteva essere quella la sede per protestare, magari piu’ di quanto non sia stato fatto. Ah, dimenticavamo, giocava il Milan. Dev’essere che stanotte non c’erano partite in programma.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*