Operazione Lampo, smantellata organizzazione dedita allo spaccio

autoPOLIZIAdavantiCASAE’ stata conclusa l’attività investigativa cominciata qualche giorno addietro con alcuni arresti lampo effettuati dai poliziotti della Squadra Volante del Commissariato.

M.L. di anni 40, nato e Perugia e residente a Città di Castello e G.O. di anni 34 nato e residente a Città di Castello venivano arrestati ed associati al carcere perugino di Capanne, per essere stati trovati in possesso di 1 kg totale di hashish.

L’attività info-investigativa, svolta in stretta collaborazione tra Squadra Anticrimine e Squadra Volante ha portato all’individuazione di una serra, all’interno della quale sono state trovate 30 piante di marijuana varietà “indica”, molto pregiata ed apprezzata per la maggiore quantità di principio attivo e resina rispetto alla cannabis comune.

Le piante coltivate in vaso, alte oltre 1 metro, venivano curate e cresciute mediante un impianto di irrigazione a pioggia ed un sistema di lampade UVA temporizzate per simulare l’azione solare.

Custode della serra domestica, era una donna italiana G.M. di anni 57 nata a Roma e residente in Frazione Morena di Gubbio, che è stata colta dagli operatori in flagranza di reato.

L’abitazione di campagna, ubicata ai confini con le Marche, tra Pietralunga e Pianello, era sperduta nella macchia boschiva, distante circa 20 chilometri dalle prime abitazioni; il “raccolto” avrebbe prodotto oltre 30 kg. di marijuana destinata al mercato locale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*