Movida selvaggia in centro a Perugia, pronto dispositivo di controllo

 
Chiama o scrivi in redazione


Movida selvaggia in centro a Perugia, pronto dispositivo di controllo
Movida selvaggia in centro a Perugia, pronto dispositivo di controllo

Movida selvaggia in centro a Perugia, pronto dispositivo di controllo

Comune e Forze dell’ordine si preparano per affrontare il prossimo weekend in centro storico a Perugia. Carabinieri, Polizia, Finanza, Municipale, Esercito, Provinciale e volontari della protezione civile sono pronti a muoversi sia in auto, sia a piedi, nei vicoli della città. Un dispositivo di controllo di 35 agenti negli angoli più bui dell’Acropoli (come riportano i quotidiani della carta stampata di oggi), dove nasce e degenera la movida, in 12 luoghi strategici del centro storico. Controlli da Danti a piazza IV Novembre, da piazza Matteotti a piazza Italia, da via dei Priori a piazza Morlacchi e via della Viola, oltre alla zona di Porta Sole, e quindi Arco Estrusco, da via Bartolo a via delle Cantine, via Ulisse Rocchi e piazza Ansidei.

Con le discoteche chiuse i giovanissimi si riversano nelle vie e nelle piazze del centro e purtroppo non è solo sano divertimento. Accanto a questo si registrano altri tipi di episodi, più violenti, degrado e inciviltà, soprattutto quando alcol e droga prendono il sopravvento.

E a partire da questo che Palazzo dei Priori ha emanato l’ordinanza che vieta la vendita di alcol da asporto dopo le 23 il venerdì e il sabato fino alle 6 del giorno successivo. Un ordinanza che però non ha sortito l’effetto sperato, anzi ha provocato una dura reazione degli esercenti delle diverse aree del centro e della stessa Confcommercio che ha scritto una lettera all’amministrazione chiedendo di ritirare l’ordinanza. Nella lettera viene sottolineato anche che i giovani comprano l’alcol prima del divieto in supermercati o se lo portano da casa per poi consumarlo dopo sul posto con altri amici.

1 Commento

  1. COME VOLEVASI DIMOSTRARE!

    Signor Sindaco ha saputo? Ha visto ciò che è successo nel bel centro storico di Perugia in pieno giorno?
    E questa volta non sono stati i ragazzi che di notte cercano lo sballo a tutti i costi ma delle ragazze che si sono azzuffate in modo troppo vigoroso!
    Vede che in fondo “Perugia: Social City” ha ragione quando asserisce che c’è qualcosa che ancora la politica cittadina non percepisce dei comportamenti dei nostri giovani?
    Non crede Lei che la sue ordinanze che blindano le scale del Duomo, che chiudono le strade del centro, che vietano la vendita di alcolici da una certa ora di notte, e quanto più ne ha più ne metta, servono quasi a nulla se non si va ad indagare a fondo su ciò che i giovani (e non solo) vorrebbero che fosse fatto per loro?
    Cerchi di fare la cosa giusta! Apra un tavolo di confronto e di discussione con la sua rispettabile Giunta su questi temi e dia la possibilità alla politica della sua maggioranza (e se non le reca disturbo anche sentendo che cosa ha da dire l’opposizione) di incidere più a fondo sulle problematiche che affliggono Perugia.
    Grazie stimatissimo Sindaco!

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*