In carcere perugina colpita da ordine di cattura

Carabinieri
Carabinieri
Era stata arrestata nei giorni scorsi con l’accusa di evasione, in quanto sebbene sottoposta agli arresti domiciliari veniva sorpresa in Via Martiri dei Lager nel mentre, verosimilmente, era in procinto di avvicinare il solito utente della strada da raggirare con banali pretesti per spillargli un po’ di denaro, inscenando l’ennesima commedia.
Ritornata agli arresti domiciliari, la donna, 37enne perugina, nota “dottoressa” in città, ha respirato per poche ore “aria di casa”.
L’ostinata insofferenza al rispetto delle prescrizioni di legge cui era assoggettata le è costata cara ancora una volta. Infatti reiterate sono state le violazioni alla misura in atto riscontrate nel tempo dai Carabinieri della Stazione di Ponte San Giovanni, incaricati dei controlli, che puntualmente le hanno rappresentate all’Autorità Giudiziaria la quale, all’esito dell’ultima segnalazione ricevuta, nonché alla luce della vicenda penale che l’aveva vista protagonista nei giorni scorsi, ha ordinato agli stessi Carabinieri di procedere alla sua cattura e alla sua traduzione nel carcere di Capanne dove potrà meglio espiare le sue “colpe” nel luogo più indicato ad accoglierla, ovvero in cella!!!
E’ questa la storia recente di C.S., nota alle forze dell’ordine ed alle cronache giudiziarie locali per una serie infinite di truffe commesse in danno di ignari cittadini, tratta in arresto nelle ultimissime ore dai Carabinieri della Stazione di Ponte San Giovanni, in esecuzione al provvedimento di cattura emesso dal Tribunale di Perugia di Perugia.
Le povere vittime ringraziano!!!!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*