CARABINIERI: UN QUARTO REATI IN MENO MEDIA NAZIONALE A TERNI

Carabinieri-9257(umbriajournal.com) PERUGIA – In leggero aumento il numero di reati totali riscontrati nell’ultimo anno, ma percentuali di responsabili scoperti nettamente superiori rispetto alla media nazionale. E’ quanto sottolineato stamane dal comandante provinciale dei carabinieri di Perugia, colonnello Angelo Cuneo, nel corso della conferenza stampa per il 199° anniversario della fondazione dell’Arma. Dai dati divulgati emerge che, dal giugno 2012 al maggio di quest’anno, sono state arrestate dai carabinieri 912 persone nella provincia a fronte delle 1.067 dell’anno prima, mentre i denunciati sono stati 4.728 a fronte di 5.061. I delitti denunciati, invece, sono saliti da 22.139 a 22.268. A livello nazionale la percentuale di reati di cui viene scoperto il responsabile e’ del 18,3, mentre a Perugia del 21,6.

Riguardo le rapine, al 14,1 per cento italiano risponde un 38,6 di Perugia, mentre per i furti al 3,2 per cento italiano corrisponde un 4,9 per cento a Perugia. Sul totale dei delitti risolti, calano quelli per reati di droga dal 37 al 31 per cento, mentre crescono quelli commessi da stranieri, dal 61 al 65 per cento. Il laboratorio che analizza gli stupefacenti sequestrati da tutte le forze di polizia, attivo presso il comando provinciale dei carabinieri, ha controllato 2.599 reperti contro i 2.145 dell’anno prima. “Nell’ultimo anno – ha spiegato Cuneo – abbiamo aumentato di molto il nostro impegno sul territorio con 5.715 pattuglie rispetto a 4.612 dell’anno prima”. Molto piu’ stretti anche i controlli sulla circolazione stradale. “Vengono ritirate – ha sottolineato il colonnello – 2 patenti al giorno per guida sotto l’effetto di alcol o droghe”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*