Assisi dà l’ultimo saluto a Davide, autopsia non chiarisce la dinamica

Morte di Davide Piampiano, in carcere il presunto autore dello sparo

Assisi dà l’ultimo saluto a Davide, autopsia non chiarisce la dinamica

Diversi i particolari ancora da chiarire sulla morte di Davide Piampiano, il ventiquattrenne morto in un incidente di caccia nel pomeriggio di mercoledì, nonostante l’autopsia eseguita nella tarda serata di venerdì dal medico legale Sergio Scalise Pantuso.

L’esame sembrerebbe abbia in parte indicato la strada dell’incidente, ma non si ha la certezza. Si è in attesa dell’esame istologico della parte del corpo del ragazzo raggiunta dal colpo e del cosiddetto Stub, un esame che serve a rilevare le eventuali tracce di polvere da sparo, in questo caso, nella mano della vittima per avere la certezza che lo sparo si partito dal suo fucile.

Dubbi anche sulla sulla distanza da cui è partito il colpo, compreso il fatto che possa essere non stato esploso a bruciapelo. Resta ancora da trovare del bosco il bossolo della cartuccia. Elemento che non porta ad archiviare l’indagine come un semplice incidente.

Secondo le prime ricostruzioni era in compagnia di un amico e poi era stato allertato un altro cacciatore, residente nella zona, per aiutarli nella ricerca di un cane che si era allontanato. Quanto all’ipotesi di bracconaggio i relativi accertamenti si svolgeranno in un secondo momento.

Oggi è il giorno dell’ultimo saluto. L’addio a Davide coinvolge non soltanto una famiglia e i tanti amici del ragazzo, ma un’intera città. Davide era infatti un figlio di Assisi apprezzato da tantissime persone non solo perché impegnato nell’attività ricettiva e ristorativa della famiglia ma anche per il suo coinvolgimento nel Calendimaggio e per la sua passione per la musica e per il calcio.

Il funerale sarà celebrato alle ore 15 nella Cattedrale di San Rufino e sarà presieduto dal vescovo Domenico Sorrentino con l’assistenza del parroco don Cesare Provenzi.

È stata scelta la giornata di domenica per consentire alle tante persone che conoscevano Davide di stringersi attorno alla famiglia. Il feretro sarà portato a spalla dai tamburini della Nobilissima parte de Sopra, mentre al termine del funerale saranno i compagni della squadra di calcio del Viole, dove Davide militava, a trasportare la bara fuori dalla chiesa. Il rito funebre sarà animato dal coro de Sopra. Al termine della celebrazione eucaristica ci sarà la tumulazione nel cimitero di Capodacqua di Assisi, accanto ai nonni materni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*