Alcol venduto in orari non consentiti, settemila euro di multa a due attività

 
Chiama o scrivi in redazione


Alcol venduto in orari non consentiti, settemila euro di multa a due attività

Alcol venduto in orari non consentiti, settemila euro di multa a due attività

Proseguono senza interruzione i controlli della Polizia locale di Perugia sul fronte del contrasto al degrado anche causato dalla vendita e somministrazione di alcool fuori dagli orari consentiti. Nella notte scorsa personale dell’ufficio controlli commerciali unitamente ad altro personale del Corpo ha provveduto a sanzionare due attività dell’area del centro storico tra piazza IV Novembre e Piazza Danti che non rispettavano il divieto di vendita di alcolici oltre l’orario consentito. Più di 7 mila euro le sanzioni elevate in totale per le due attività che somministravano alcool oltre le 1.30 di notte in centro storico a Perugia.

“Dopo l’intensa attività lavorativa durante l’evento Jazz in August, – ha dichiarato l’Assessore alla sicurezza Luca Merli – dove sono stati impegnati 18 agenti a sera per il controllo e la gestione della viabilità nelle piazze, dei controlli amministrativi in particolare di bar e ristoranti, mi ritengo ampiamente soddisfatto e ringrazio il Corpo di Polizia Locale per i controlli afferenti alle ordinanze in tema di sicurezza e di divieto della somministrazione di alcolici oltre l’orario notturno.” “La polemica intorno al rumore, – continua l’Assessore Merli – alla movida nelle zone dei centri storici infuria da sempre e in tutte le città italiane. Chiaro è che dopo la liberalizzazione assoluta degli orari, la difficile convivenza tra attività economiche e diritto al riposo dei residenti continua a tenere banco anche a Perugia. Mi preme chiarire che, visto anche il particolare momento legato al Covid 19, diventa anche un obbligo morale oltre che un dovere di tutti, rispettare le norme e i divieti imposti a tutela della nostra comunità. Il Comune e la sua Polizia Locale continueranno con regolarità nel controllo del territorio, delle attività commerciali, sia nel centro storico che nel resto della città”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*