UNIVERSITA': 3 PROGETTI PERUGIA PREMIATI IN 'START CUP UMBRIA-MARCHE'

<p>post <b>M. Zingales</b> UJcom2.0 <a target="_blank" title="Scrivi a Morena Zingales" href="mailto:morenazingales@gmail.com"><b>@</b></a> (UJ.com) TERNI - La settima edizione della Start Cup Umbria-Marche 2010, competizione tra idee imprenditoriali generate dalla ricerca universitaria, che ha visto in finale i progetti delle Universita' di Camerino e di Perugia, ha premiato l'ateneo umbro. La cerimonia si e' svolta stamani, nell'ambito di Job - day, iniziativa della Facolta' di Economia dell'universita' degli studi di Perugia, per far incontrare i giovani con le imprese. ''Compito dell'Universita' e' quello di formare non solo bravi tecnici, ma anche bravi imprenditori - ha sottolineato Loris Nadotti preside della Facolta' - questa iniziativa va in questa direzione. Nell'ambito del <b>trasferimento</b> tecnologico dell'Universita' degli Studi di Perugia - ha aggiunto - dal 2003 ad oggi sono 31 le societa' spin off accreditate; 28 le domande di brevetto depositate dal nostro Ateneo, 17 riguardanti l'ingegneria, 10 medicina''. Il primo premio, del valore di 7.000 e., abbinato al premio speciale Gepafin (costituito da un contributo in denaro e servizi del valore di 2.500 e.) e' andato a ICT4Life, proposto dal Dipartimento di Ingegneria Elettronica e dell'Informazione di Perugia. Il progetto riguarda lo sviluppo di 4 linee di attivita', gestione dei dati relativi alla salute; telemedicina e monitoraggio di parametri biometrici; software di gestione dei dati per il registro tumori in Umbria; strumento portatile per il controllo e la diagnosi cardiaca.</p>
<p> </p>
<p>I 5.000 euro del secondo premio sono stati assegnati a Techno Solart, del Dipartimento di Chimica di Perugia, progetto d' impresa che operera' nel settore delle celle solari di terza generazione integrabili in elementi architettonici e offrira' servizi tecnologici avanzati nel design di materiali innovativi con proprieta' specifiche e nel campo dei beni culturali. Infine, a Care e' andato il terzo premio del valore di 3.000 e.. Il progetto d' impresa del Dipartimento di Scienze Economico-Estimative e degli <b>Alimenti</b>, sempre dell'Ateneo di Perugia, e' volto a realizzare strumenti innovativi per la gestione ambientale unificata delle imprese a partire da 2 linee di prodotto di base, il fascicolo ambientale di impresa e la rete EnviNet, una rete ambientale in ambito web, riservata ai propri clienti. I 3 vincitori, spiega una nota dell'ateneo, accedono di diritto alle fasi finali del Premio Nazionale all'Innovazione che si terra' il 3 dicembre 2010 a Palermo e che prevede premi da 50.000, 30.000 e 20.000 euro.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*