UN LICEALE UMBRO TRA I CAMPIONI FINALISTI ALLA XLII EDIZIONE DELLE OLIMPIADI DELLA CHIMICA

<p>(UJ.com) PERUGIA - Luciano Barluzzi, che ha frequentato nell’anno scolastico appena chiuso il quarto anno del Liceo Scientifico G. Marconi di Foligno, è il primo studente umbro a raggiungere l’ambito traguardo della selezione nazionale per le Olimpiadi Internazionali della Chimica: andrà a Tokyo <b> insieme</b> con altri tre studenti italiani per partecipare, dal 19 al 27 luglio 2010, alle XLII Olimpiadi della Chimica. E' un risultato di grande prestigio, che in qualche modo riconosce e premia il Liceo Scientifico di Foligno, non nuovo a simili ‘exploits’ nella preparazione dei suoi allievi.</p>
<p> </p>
<p>“Complimenti al giovane Luciano Barluzzi – sottolinea il professore Benedetto Natalini, docente di Chimica nell’Ateneo perugino e Presidente della Sezione umbra della Società Chimica Italiana - per il suo impegno e le spiccate doti ampiamente dimostrate in questo campo. Un riconoscimento particolare alla sua insegnante, la professoressa Barbara Sensini, che sicuramente ha molto <b>contribuito</b> con la sua dedizione alla costante preparazione dello studente”. Nei prossimi giorni, Luciano Barluzzi sarà ospite del Dipartimento di Chimica dell’Università di Perugia per un addestramento finale, con particolare riguardo alla parte pratica della preparazione, in modo che possa affrontare al meglio le Olimpiadi. “L'augurio che tutti noi gli facciamo – aggiunge Natalini - è quello di ben figurare in ambito internazionale: siamo infatti tutti convinti che anche a Tokyo dimostrerà il suo valore”.</p>
<p> </p>
<p>C’è grande soddisfazione nella Sezione umbra che, grazie anche ai risultati ottenuti dallo studente di Foligno, vede concretizzarsi alcuni degli obiettivi che la Società Chimica Italiana persegue con grande determinazione: promuovere lo studio ed il progresso della Chimica e delle sue applicazioni nel quadro del benessere e del progresso della Nazione, attivando e mantenendo relazioni con Organizzazioni di altri Paesi che abbiano finalità analoghe, promovendo e stimolando lo studio della <b>Chimica </b>nelle scuole di ogni ordine e grado. I Giochi della Chimica, di cui le Olimpiadi Internazionali costituiscono la più alta espressione, sono un momento importante nella formazione degli studenti destinati a diventare futuri professionisti: oltre agli aspetti relativi alla selezione, questa festa della cultura chimica vuole offrire ai giovani momenti di aggregazione e di condivisione delle esperienze personali, aspetti fondamentali nella crescita culturale dell’individuo.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*