UMBRIA: LAUREA HONORIS CAUSA AL NOBEL MOHAMED ELBARADEI

<p>(UJ.com) PERUGIA - Una laurea specialistica Honoris Causa in Relazioni internazionali e' stata conferita stamane, nell'aula magna dell'ateneo perugino, a Mohamed ElBaradei, direttore generale dell'agenzia internazionale per l'energia atomica (AIEA) e premio Nobel per la pace nel 2005. La cerimonia, aperta dall'''Inno dell'Universita' di Perugia'' intonato dal Coro dell'Ateneo, e' stata presieduta dal Rettore Francesco Bistoni e ha visto la presenza del Collegio dei Dottori della Facolta' di Scienze Politiche, con il Preside Giorgio Eduardo Montanari e il Promotore della Laurea, Luciano Tosi. ElBaradei ha pronunciato la sua lectio doctoralis, sul tema ''Security in our time''.</p>
<p>''E' con umilta' e gratitudine che ricevo la laurea honoris causa in Relazioni Internazionali dall'Universita' di Perugia'' - ha detto ElBaradei, ricordando anche l'antica e gloriosa storia dell'Ateneo perugino e, da avvocato, sulla scia dei suoi studi, la tradizione giuridica di Perugia, a cominciare da Bartolo da Sassoferrato''. l direttore generale dell'Aiea, nobel per la pace 2005, ha illustrato la sua concezione della sicurezza a livello internazionale alla luce della sua esperienza di diplomatico e, in particolare, di direttore generale dell' agenzia internazionale per l'energia atomica. ''Fortunatamente il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama e gli altri Capi di Stato, stanno cominciando a capire - ha aggiunto - che le armi nucleari piu' che rafforzare, minacciano la sicurezza del mondo intero.</p>
<p>Il sistema di non proliferazione nucleare e' stato indebolito da quegli stati che insistono sul fatto che le armi nucleari siano vitali per la sicurezza, ma che nessun altro le debba possedere perche' potrebbe essere destabilizzante. Uno stato di cose che va cambiato dando vita ad un sistema di sicurezza globale che dipenda non dalle armi di distruzione di massa o da sanzioni che colpiscono i deboli e gli innocenti, ma dalla prevenzione dei conflitti e dal peacekeeping. Raramente l'uso della forza risolva i problemi e che dovrebbe essere usata solo quando tutte le altre opzioni sono state tentate.</p>
<p>I Paesi che usano la forza unilateralmente in violazione dello statuto dell'Onu erodono il sistema di sicurezza internazionale, riportandoci al Medio Evo. Occorrono - ha concluso ElBaradei - istituzioni internazionali effettive e norme internazionali sulla sicurezza che siano universali ed eque''. Il Rettore Bistoni ha consegnato al neodottore Mohamed ElBaradei la pergamena, il libro simbolo del sapere, l'anello (a significare la ''congiunzione' del laureato con la disciplina), il bacio accademico, ''tocco' e toga dottoral</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*