UMBRIA: ALLA ANGELANTONI SPA COMMESSA PER SOCIETA' SPAZIALE RUSSA

<p>post <b>M. Zingales</b> UJcom2.0 <a target="_blank" title="Scrivi a Morena Zingales" href="mailto:morenazingales@gmail.com"><b>@</b></a> (UJ.com) PERUGIA - L'Angelantoni industrie Spa, conferma nel 2010 la sua leadership nel settore spaziale acquisendo commesse per 20 milioni di Euro. La societa' spaziale russa Progress, localizzata a Samara sulle rive del Volga, ha avviato infatti un progetto per la modernizzazione e l'automazione dei propri laboratori di prova e collaudo di satelliti ed alla Angelantoni di Massa Martana in Umbria, e' stata commissionata la fornitura della parte vuoto, del sistema di controllo e del <b>sistema</b> di radiazione solare e ad infrarossi. La commessa e' relativa ad un simulatore spaziale gia' esistente da 500 metri cubi. L'Angelantoni - e' detto in una nota - fornira' un nuovo simulatore da 8 metri cubi ed altre 3 camere per la simulazione ambientale a completamento del laboratorio. Leader indiscusso del settore nel mercato europeo, la societa' umbra ha rafforzato la propria presenza anche in Cina, grazie alla fornitura all'Agenzia Spaziale Cinese di sei simulatori per il collaudo di componenti, destinati ai satelliti dell'ambizioso programma che ha come obiettivo l'invio del primo astronauta cinese sulla Luna.</p>
<p> </p>
<p>Il 2010 della Testing Business Unit del Gruppo Angelantoni e' stato caratterizzato dal susseguirsi di importanti successi nell'ambito del settore di punta delle proprie competenze tecnologiche, quello della simulazione spaziale. L'anno era iniziato con la firma in Olanda del contratto con l'Agenzia Spaziale Europea, ESA, per la modernizzazione del sistema di termoregolazione del loro simulatore <b>spaziale</b> da 8 metri cubi, mentre nel settembre scorso, Telespazio e Thales Alenia Space, (le due joint venture Thales-Finmeccanica) hanno dato inizio alla fase operativa del progetto che portera' alla realizzazione per il governo turco, del sistema per l'osservazione satellitare Gokturk (acquisizione di immagini terrestri ad alta definizione). La Angelantoni e' stata scelta per la fornitura di un simulatore spaziale da 200 metri cubi che servira' al collaudo ed alla validazione del satellite prima della sua messa in orbita.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*