TERNI SGOMENTA DOPO MORTE TRE GIOVANI SU AUTO A GAS

<p>post <b>Dir <a target="_blank" title="scrivi al direttore" href="mailto:direttore@marcellomigliosi.it">@ </a></b>(UJ.com) TERNI - Una regione e una citta', Terni, sgomenta per la morte di tre giovani di 16, 18 e 19 anni, rimasti intrappolati sui sedili posteriori di una Punto a metano che dopo uno scontro con un'altra vettura e contro un grosso albero si e' incendiata. Una palla di fuoco che ha impedito ai tre giovani passeggeri che sedevano sul sedile posteriore una <b>qualsiasi </b>fuga. Sono morti carbonizzati. Gli altri due ragazzi (alla guida un neopatentato, T.B.) con l'altro davanti come passeggero, sono rimasti gravemente ustionati (uno e' ricoverato al centro grandi ustionati di Cesena), ma si sono salvati. Nel terribile incidente e' rimasta ferita e sotto choc, una donna conducente di una Panda urtata dalla Punto che e' poi finita sul lato opposto della strada, contro un albero.</p>
<p> </p>
<p>L'auto e' sotto sequestro per disposizione del magistrato Barbara Mazzullo; oggi sono gia' iniziati i controlli tecnici per stabilire le cause del rogo, essendo i serbatoi a gas o metano sicuri e controllati, cosi' su quello che rimane del serbatoio benzina. I carabinieri hanno ricostruito la dinamica dell'incidente, cosi' per la loro competenza i Vigili del fuoco, intervenuti con due ''partenze'' in meno di 3 minuti dall'allarme. Il sindaco di Terni Leopoldo Di Girolamo ha <b>proclamato </b>il lutto cittadino. ''Ci stringiamo attorno ai familiari dei tre nostri concittadini - ha detto tra l'altro il sindaco - in un momento per loro cosi' insopportabilmente doloroso''. Anche stamane, numerosi mazzi di fiori sono stati deposti nella zona del terribile schianto in Via Alfonsine, dove gli amici dei ragazzi morti (Marco, Alessio, e Antony) sono tornati in mesto pellegrinaggio. Don Massimo Massimi, parroco di Cospea, quartiere ternano che nella notte tra giovedi' e venerdi (l'incidente alle 2,20 di venerdi' 30) ha visitato le famiglie dei ragazzi. Non e' stata ancora stabilita la data dei funerali; forse martedi' o mercoledi' quando il magistrato avra' disposto o meno sull'autopsia. Se i funerali dovessero essere celebrati insieme e non nella parrocchia di San Giuseppe Liberatore, potrebbero essere in Duomo.</p>
<p> </p>
<p style="text-align: center;">
<object height="146" width="183" codebase="http://download.macromedia.com/pub/shockwave/cabs/flash/swflash.cab#version=6,0,40,0" classid="clsid:d27cdb6e-ae6d-11cf-96b8-444553540000">
<param name="allowFullScreen" value="true" />
<param name="allowscriptaccess" value="always" />
<param name="src" value="http://www.youtube.com/v/wH9DyHlMajg&amp;hl=it_IT&amp;fs=1" /><embed height="146" width="183" src="http://www.youtube.com/v/wH9DyHlMajg&amp;hl=it_IT&amp;fs=1" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" type="application/x-shockwave-flash"></embed>
</object>
</p>
<p style="text-align: center;"> </p>
<p style="text-align: left;"><a href="http://www.umbriajournal.com/mediacenter/FE/articoli/cronaca-spara-a-inseguitore-dopo-rapina-il-giudice.html"><b>- CRONACA - SPARA A INSEGUITORE DOPO RAPINA, IL GIUDICE DISPONE CUSTODIA IN CARCERE </b></a></p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*