Si correrà domenica 24 agosto il “43° Trofeo Luigi Fagioli”

<p>(UJ.com) GUBBIO <!–webbot bot="Timestamp" S-Type="EDITED" S-Format="%d/%m/%Y" startspan –>21/08/2008<!–webbot bot="Timestamp" endspan i-checksum="12624" –> - Si correrà domenica 24 agosto il “43° Trofeo Luigi Fagioli” decima prova dell’incerto ed avvincente Campionato Italiano Velocità Montagna, organizzato dal Comitato Eugubino Corse Automobilistiche, sui 4.150 Km che uniscono Gubbio al Santuario di Madonna della Cima, coprendo un dislivello di 270 metri su una pendenza media del 6,5%. Pienone di iscritti con domande che hanno abbondantemente superato il numero massimo. Dalle 15.30 alle 20 di venerdì 22 agosto le verifiche a Gubbio, mentre alle 10 di sabato 23 scatterà la prima delle due manche di prove ufficiali. Domenica 24 agosto alle 10 il direttore di gara Alberto riva darà il via alla prima della due manche della corsa, a cui seguirà la premiazione in zona arrivo, poco lontano dal santuario della Madonna della Cima. Diretta televisiva della gara dalle 12 circa di domenica 24 agosto sul canale 859 di Sky, con commenti, immagini della corsa ed interviste ai protagonisti. Il C.I.V.M. approda in Umbria presentando una situazione di estrema incertezza con tutte le classifiche di gruppo e classe più aperte che mai, garanzia di agonismo alle stelle per la terzultima prova della massima serie tricolore. In una manciata di punti sono racchiusi molti driver al volante di altrettante vetture al top della competitività, ai quali si uniscono molti nomi altisonanti che saranno al via della corsa perugina con validità per il challenge FIA. Per la vetta del gruppo E/2M riservato alle monoposto, l’attesa sfida di vertice è sicuramente tra l’attuale leader veneto Denny Zardo, che con la sua Reynard Mugen F. Nippon, dovrà respingere gli attacchi del trentino Christian Merli al volante della Lola Zytek Pro Motorsport, che segue molto da vicino in classifica, come il toscano David Baldi sempre più in sintonia con la Lola Zytek versione 2002, con la quale è reduce da una vittoria assoluta nella serie cadetta all’Alpe del Nevegal. Ad ambire nuovamente alla vittoria sarà però l’arrembante cinque volte tricolore Simone Faggioli con la nuova Osella PA 27/S BMW in continua e netta crescita. Zardo ha centrato cinque vittorie stagionali in C.I.V.M., contro le due di Faggioli e le altrettante di Merli. Sotto i riflettori il calabrese Rosario Iaquinta compagno di colori di Merli ed anche lui sulla Lola Zytek – Pro Motorsport, sempre protagonista ma ancora privo di grandi soddisfazioni. Dopo la vittoria ottenuta domenica scorsa alle Svolte di Popoli, arriverà in gran spolvero il pistoiese Franco Cinelli al volante della Lola motorizzata Mugen. Sempre su F.3000 l’esperto toscano Uberto Bonucci, il siciliano Francesco Corallo ed il pugliese Oronzo Incalza. In classe 2000 svetta il nome del locale Andrea Picchi sempre più in sintonia con la Lola F.3 del team Dalmazia, reduce da un ottimo secondo posto a Popoli, che avrà in classe diversi avversari tra i quali il ragusano figlio d’arte Samuele Cassibba su F. Renault. Si preannuncia battaglia in classe 1600 con il pugliese Francesco Leogrande sempre più soddisfatto della sua Gloria BM5 Suzuki anche dopo il ritiro a Fasano, con il quale proporrà una nuova sfida il pisano Michele Camarlinghi sulla nuova Osella PA 21/S Honda in versione monoposto. Nella stessa classe sarà in gara per l’occasione l’esperto bresciano Mirco Savoldi, che continua così il suo impegno agonistico quest’anno più orientato in pista. Nuova esperienza sulla F. Ford per l’umbro Luca Donateo, l’appassionato pilota diversamente abile, sempre più a suo agio nelle gare in salita, dove sta conducendo un proficuo apprendistato. In classe 1000 il bresciano Nino Ghidini su Ghipard Suzuki approfitterà senz’altro dell’assenza del diretto rivale Giovanni Cuomo per intascare punti preziosi. In gruppo E/2B, riservato alle vetture prototipo biposto secondo la normativa europea, sarà tutta da seguire la sfida per la vittoria in gara e per la vetta della classifica, il siciliano di Ragusa Giovanni Cassibba su Osella PA 20/S BMW, attuale leader, dovrà ribattere agli assalti del calabrese Camelo Scaramozzino, per ora terzo con la Breda BMW, ma ci sarà anche il trentino Matteo Moratelli con un'altra Breda BMW, con la quale si è particolarmente distinto al Reventino. Ma dalla classe 1300 potrebbe arrivare l’attacco per il comando, con il tenace catanzarese Caludio Gullo che è ad un solo punto da Cassibba con la Elia Avrio St 08 con motore Suzuki. Sempre più stretta la lotta per il titolo in gruppo CN, quello dei prototipi preparati secondo il regolamento italiano, dove è tornato in testa l’inossidabile bresciano Giulio Regosa al volante della Osella PA21/S Honda del Team Faggioli, ma il trentenne sardo Omar Magliona non sembra intenzionato a mollare la presa, anche lui sull’Osella PA 21/S, ma curata dal proprio Team. Al via anche l’ascolano del Team Faggioli Filippo Marozzi ed il bresciano Adriano Zerla, entrambi sulle Osella PA 21/S ed in lotta accesa per posizioni da podio in C.I.V.M.. Il pugliese Giovanni Angelini punta ormai al successo nel monomarca di casa Osella riservato alle PA 21/S con motore Alfa Romeo. Sempre in classe 2000 al via sarà il bravo ascolano Fabrizio Proni con la Lucchini Honda, protagonista annunciato della categoria, come il fiorentino Stefano Peroni su Osella ed il giovane Lorenzo Mercati sulla versione Junior della biposto di Atella. Nella classe maggiore da 3000 cc. saranno presenti il locale Mauro Rampini, il pisano Sandro Abbatista, il sardo Franco Lasia ed il ligure di La Spezia Renzo Maggiani, tutti sulle Osella PA 20/S BMW. Tra le 1600 a contrastare il sardo Gianclaudio Dessì su Osella PA 21/S Honda, vi saranno Armando Pinto su vettura uguale e Luca Gazzarri su GRS Sport. Spettacolo assicurato in gruppo GTM dove a contrastare il leader teramano Marco Gramenzi al volante della sempre ammirata Chrysler Viper, vi sarà innanzi tutto il team Isolani al completo, capitanato dallo stesso anconetano Leo Isolani come sempre in gara con la bella Ferrari 575 anch’essa di classe GT1, adatta al percorso eugubino. Il laziale Stefano Perdomenico sulla versione 360 Modena del Cavallino, capace di ambire al successo non solo di classe GT2 ma dell’intero gruppo ed il cosentino Giacomo Fiertler, con la 360 Challenge di classe GT4 dove è sempre protagonista. Altra Ferrari ACI Sport S.p.A. Ufficio Stampa Via Solferino 32 – 00185 Roma Rosario Giordano ??: 06 44341291 – ??: 06 44341294 ?? 334 6233608 -??: 06 233207687 http://www.acisportitalia.it e-mail: erregifoto@tiscali.it 360 Challenge quella di Guido Cianciulli, che sempre tra le Gt4 lotterà anche con le Porsche del romano Gianni Martellucci, Claudio Terenzi, Stefano Gagliardini e Maurizio Pitorri. In classe Gt3 altro duello Porsche Ferrari con il reggiano “Ragastas” al volante della F430 di Maranello, contro Gabriele Mauro e Luca Pacini al volante delle 993 di Stoccarda. Anche in questo gruppo iscritti ogni oltre attesa. Per il sempre avvincente gruppo E1 lotta per il comando tra il fiorentino leader Fabrizio Pandolfi e l’Alfa 155 V6 sempre agile e scattante sulle vette d’Italia, contro la versione GTA della vettura del biscione del teramano Roberto Di Giuseppe. Entrambi i piloti e le vetture in un particolare stato di forma, assicurano il massimo livello d’agonismo alla categoria, dove possibile ago della bilancia sarà il bolognese Fulvio Giuliani che grazie all’intenso lavoro della Fluido Corse sulla Lancia Delta EVO, sembra aver lasciato alle spalle il periodo della sfortuna. In classe 3000 ad ostacolare Pandolfi potrebbe pensarci anche il romano campione 2007 Marco Iacoangeli con la bella BMW 320, di nuovo al via dopo la sfortunata apparizione a Trento, sarà alla partenza anche papà Maurizio, noto preparatore su BMW M3. L’orvietano Silvano Laschino con la sua Alfa 155 V6, mira a conservare la piazza d’onore in classe 3000. Tra le cilindrate fino a 2000 cc. sotto i riflettori il sempre più convincente giovane bergamasco Davide Brusa su Audi A4 – Lella Lombardi, che riproporrà il duello con il campano Emilio Galliani su Alfa 147 Cup, a cui potrebbero aggiungersi i reatini Graziano Buttoletti su vettura uguale e Stefano Dionisi, su una attempata ma sempre competitiva Peugeot 205 GTI. Presenti tutti i pretendenti al titolo di gruppo A come il leader pescarese Giuliano Pirocco con la sua Peugeot 306 – Antonelli Sport, pronto ad un’altra avvincente battaglia con i diretti inseguitori, come il sempre più agguerrito vesuviano della Catapano Corse Luigi Sambuco e la sua Peugeot 106 1.6 16V ed il pistoiese Lorenzo Bindi con vettura gemella della Giraldi Tecnosport, poi l’Alfa 147 del pesarese Ferdinando Cimarelli, sempre più incalzante e l’altra 106, quella del ventunenne di Reggio Calabria Domenico Chirico. Avversario scomodo per tutti il veneto Michele Ghirardo che punterà dritto alla cima della classifica con la Honda Civic Mk4. Non sarà facile per nessuno però fare il pieno di punti, poiché nella classe regina ci sarà l’altoatesino Armin Hafner con la sua BMW M3, come il laziale Carlo Vellucci in continuo aumento di feeling con la vettura tedesca curata da Iacoangeli. In gara ma soltanto per il challenge continentale l’altoatesino campione 2007 Rudi Bicciato con la nuova Mitsubishi Lancer EVO. Altro round della grande sfida per i gruppo N con tutti i suoi pretendenti presenti al via, ad iniziare dal leader veneto Romy Dall’Antonia che dovrà difendere ad ogni costo il comando con la sua Honda Civic Type-R curata da padovano Foltran, contro l’inossidabile e sempre agguerrito trevigiano Lino Vardanega che al volante della BMW M3 di preparazione Giust, dovrà recuperare il terreno perso per un errore a Fasano. Pronti a sferrare l’attacco decisivo anche il piemontese Giovanni Regis, perfettamente a suo agio sulla Renault Clio RS sulla quale il preparatore Ciarcelluti continua senza sosta lo sviluppo, oltre al potentino Achille Lombardi sempre in ottima evidenza con la Renaut Clio RS – Antonelli sport. In classe oltre 3000 contro Vardanega vi saranno il trentino Maurizio Pioner con la Mitsubishi Lancer, altra Lancer dei tre diamanti per il sardo Mario Murgia e la BMW M3 dell’arrembante campano Antonio Cappelli, reduce da alcune prestazioni di assoluto rilievo, con una vettura adesso in ottima forma. Tra le 2000 cc. attenzione puntata sul pescarese Roberto Chiavaroli e la Honda Civic – AC Racing, Serafino Ghizzoni, temibile avversario su vettura uguale, il bravo ma talvolta sfortunato pugliese Oronzo Montanaro su Renault Clio e l’abruzzese Claudio De Ciantis sull’ultima versione della Honda Civic. Presenti anche i primi attori della classe 1600 come il pugliese di Fasano Giovanni Lisi leader del monomarca Peugeot, i giovanissimi campani e figli d’arte Angelo Marino e Cosimo Rea, il pesarese Gabriele Giardini, il campano e trentino d’adozione Antonino Magliuolo ed il salernitano Luigi Prosperi, tutti al volante delle scattanti Peugeot 106 1.6 16V. Approfondimenti, classifiche e notizie sul sito www.acisportitalia.it . Classifica del C.I.V.M. 2008 dopo nove gare: Gr. E2M: 1. Zardo (163) – 2. Merli (145) - 3. Baldi (137) – 4. Iaquinta (113) – 5. Faggioli (111). Gr. CN: 1. Regosa (156) – 2. Magliona (154) – 3. Marozzi (126) – 4. Chinnici (121); Zerla (86). Tr. Gr. E2B: 1. Cassibba (102) - 2. Gullo (101) – 3. Scaramozzino (59) - 4. Bielanski (51) – 5. Mamprin (38). Gr. GTM: 1. Gramenzi (157) – 2. Pierdomenico (76) - 3. Fierltler (61); 4. Sgheri (60); 5. Isolani (45). Gr. E1: 1. Pandolfi (173) – 2. Di Giuseppe (136) – 3. Laschino (128) – 4. Molinaro (123) – 5. Brusa (80) Gr. A: 1. Pirocco (159) – 1. Sambuco (154) – 3. Bindi (135) –4. Cimarelli (118) – 5. Chirico (115). Gr. N: 1. Dall’Antonia (159) – 2. Vardanega (142) – 3. Regis (141) - 4. Lombardi (109); 4. Chiavaroli (85). Calendario Campionato Italiano Velocità Montagna: 26/27 aprile – 51^ Monte Erice; 3/4 maggio – 54^ Coppa NIssena; 17/18 maggio – 36^ Peve Santo Stefano-Passo dello Spino; 30 maggio/1giugno – 39^ Verzegnis-Sella Chianzutan; 14/15 giugno – 47^ Coppa Paolino Teodori; 28/29 giugno – 58^ Trento-Bondone; 5/6 luglio – 45^ Coppa Bruno Carotti; 19/20 luglio – 10^ Cronoscalata del Reventino; 2/3 agosto – 51^ Coppa Selva di Fasano; 23/24 agosto – 43° Trofeo Luigi Faigioli; 6/7 settembre – 26^ Pedavena-Croce D’Aune; 20/21 settembre – Trofeo Fabio Danti/21^ Lima Abetone.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*