SALUTE - "TUTELA DEL PAZIENTE E RESPONSABILITA' PROFESSIONALE IN AMBITO SANITARIO"

<p>
<title>HTML clipboard</title>
<p><a target="_blank" title="Scrivi a Cristina Pappone" href="mailto: papponecristina@gmail.com"><img style="border: 1px solid black; float: right;" src="http://www.umbriajournal.com/MediaCenter/API/Risorse/StreamRisorsa.aspx?guid=ACE3868D-A82C-49D3-92BD-8A0A0850824D" border="0" /></a>(UJ.com) SPOLETO - Si terrà a Spoleto sabato 20 Novembre 2010 (dalle ore 09:00, Sala Conferenze della Scuola di Polizia di Stato), il Convegno Nazionale di Studi "Tutela del Paziente e responsabilità professionale in ambito sanitario", promosso da Centro Studi G.<b>Romano</b>- M.Montioni, Banca Popolare di Spoleto, Spoleto Credito e Servizi e Human Health Foundation Onlus. Il Centro Studi G.Romano- M.Montioni, creato dalla Banca Popolare di Spoleto e dalla Spoleto Credito e Servizi, è sorto a Spoleto cinque anni fa, il 15 ottobre del 2005, per creare uno spazio concreto di ricerca a favore del territorio; un organismo vivo , finalizzato alla divulgazione della cultura a servizio del cittadino. Il tema della gestione della tutela del paziente e della responsabilità professionale in ambito sanitario è sicuramente un argomento di stringente attualità ed un’ attività molto complessa.</p>
<p> </p>
<p>Gestire il rischio e definire i limiti della responsabilità medica, comportano, infatti, attività che sono organizzate in un processo le cui fasi principali sono costituite da: conoscenza, trattamento e monitoraggio. Il fine del Convegno è quello di cercare di comprendere al meglio le <b>dinamiche </b>che regolano l’attività sanitaria per contribuire ad una diminuzione dei casi di malpractice e, quindi, a beneficio dei cittadini in generale e di tutto il personale impegnato in ambito sanitario. Per la Banca Popolare di Spoleto, impegnarsi per approfondire queste complesse tematiche, significa dimostrare ancora una volta attenzione concreta nei confronti dei territori di riferimento. Aprirà i lavori Diana Pardini, Direttore del Centro Studi. Il saluto ai Convegnisti sarà portato dal Vice Presidente Vicario della BPS Marco Bellingacci, dal Presidente SCS Fausto Protasi e dal <b> Segretario </b>Generale HHF Onlus Fabio Verdini. Alla relazione “Unicuique suum, ovvero le regole di responsabilità non sono uguali per tutti” di Marco Rossetti (Magistrato di Cassazione), seguirà una tavola rotonda moderata dal Presidente del Centro Studi Marco Agujari.</p>
<p> </p>
<p>Al dibattito parteciperanno docenti universitari e specialisti del settore legale e sanitario: Giovanni Dean (Ordinario Diritto Proc. Penale UNIPG e Presidente Ordine Avvocati Perugia), Paolo Feliziani (Presidente Ordine Avvocati Spoleto), Andrea Sereni (Ordinario Diritto Penale UNIPG), Virginia Zambrano (Ordinario Diritto Privato comparato UNISA), Mario Zana (Ordinario Diritto <b>Civile </b>UNIPG, Presidente Camera arbitrale presso la Camera di Commercio di Pisa), Antonio Chiàntera (Segretario generale AOGOI, Dirigente Divis. Ost. e Gin- Osp. Fatebenefratelli, Napoli), Giovanni Cannavò (Presidente Ass. Medico Giuridica M. Gioia. Segretario generale Ceredoc), Riccardo Tartaglia (Dir. Centro Gestione Rischio Clinico Regione Toscana, Membro della Comm. Min. Salute -Gestione del Rischio Clinico). Per le ampie implicazioni giuridiche, etiche e procedurali il tema è di <b>estremo </b>interesse per il modo giuridico e sanitario. Il Convegno, accreditato dall’Ordine degli Avvocati e dei Medici, è valido ai fini dell’acquisizione di 4 crediti formativi per gli avvocati e 4 per i medici.</p>
</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*