RIFLESSIONE DELL'ARCIVESCOVO MONS. BASSETTI SULLE COLONNE DE L'OSSERVATORE ROMANO

<p>(UJ.com) PERUGIA - Mons. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e vice presidente della Conferenza episcopale italiana (Cei), riflette su quanto sta accadendo nella Chiesa, alla luce «delle povertà e degli scandali dei suoi figli», evidenziando il «coraggio» e la «forza» di Papa Benedetto XVI, che, «nonostante il peso eccessivo assunto dall'apparenza nella società dell'immagine – scrive mons. <b>Bassetti</b> –, non teme l'oltraggio e la derisione del mondo. La verità a ogni costo, anche se fa male, anche se brucia l'anima. Papa Ratzinger non chiede ad altri di portare la croce: l'assume di persona, sull'esempio di nostro Signore, che "umiliò se stesso" e "si caricò dei peccati dei fratelli", per fare risplendere la parola di vita e di salvezza».</p>
<p> </p>
<p>L’arcivescovo di Perugia offre queste riflessioni sulle colonne de «L’Osservatore Romano» in edicola sabato 10 aprile, il cui articolo integrale può essere letto anche sul sito www.chiesainumbria.it . E’ da cogliere oggi come una profezia quando «all'inizio del suo pontificato – ricorda mons. Bassetti – Benedetto XVI chiese ai fedeli: "Pregate per me, perché io non fugga, per paura, davanti ai lupi". Noi, come i primi <b>cristiani </b>pregavano per l'apostolo e per la Chiesa nascente e perseguitata, preghiamo per lui, perché egli si senta protetto e sostenuto da Cristo, in unione con l'intera comunità cristiana».</p>
<p> </p>
<p>«La Chiesa soffre con lui – conclude il presule perugino – e con lui prega, penitente per le colpe di alcuni suoi figli, proprio quelli che in misura maggiore avrebbero dovuto mostrarne il volto più bello e misericordioso, il volto di Cristo buon pastore. Questo volto splende e si rivela a tutti coloro che hanno fame e sete del Dio vivente. La Chiesa, guidata dal soffio dello Spirito, trova sempre la forza per <b>purificarsi </b>e rinnovarsi. Anche se "il mondo" tenta di assimilarla, per renderla insignificante. Essa invece resta coscienza critica e fonte di sicura speranza per quanti davvero aspirano al bene».</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*