RELIGIONI - L’ORATORIO “GIOVANNI PAOLO II” HA VINTO IL 43° FESTIVAL NAZIONALE DELLA CANZONE ORATORIANA

<p>post <b>C.Pappone</b> <a target="_blank" title="scrivi a Cristina Pappone" href="mailto:%20papponecristina@gmail.com">@</a> (UJ.com) PERUGIA - L’Oratorio “Giovanni Paolo II” delle parrocchie di perugine di Prepo, Ponte della Pietra e San Faustino ha partecipato al 43° Festival della Canzone Oratoriana, manifestazione a carattere nazionale tenuta il 24 e 25 luglio presso l’imponente struttura del Centro<b> Giovanile Salesiano </b>di Santeramo in Colle - Bari (www.oradonbosco.it), che ha visto la partecipazione di sedici interpreti e canzoni in gara, otto per la sezione ragazzi e otto per la sezione giovani. A far da cornice un coro di oltre 30 bambini e l'orchestra di maestri e professionisti e più di 1000 spettatori. Tutto rigorosamente dal vivo, per far emergere le qualità e lo spirito di questa splendida iniziativa, fra l’altro patrocinata dalla Regione Puglia e dalla Provincia di Bari.</p>
<p> </p>
<p>A rappresentare l’Oratorio perugino: Simone Biagioli (voce e tastiera), Francesco D’Andola (voce e chitarra), Federico Cerimonia (basso), Federico Maracaglia (chitarra elettrica) e Michele Giuliani (batteria). “Il Sogno di una vita”, la canzone scritta per il musical su San Giovanni Bosco, già rappresentato nel 2009 a Perugia, a Gualdo Tadino e all’Oratorio salesiano de L’Aquila, ha vinto il premio <b>“Sabino Leone”</b> come CANZONE DELL’ANNO. A Simone Biagioli e Francesco D’Andola è andato anche il premio come MIGLIOR AUTORE, consistente in una borsa di studio per il corso di formazione per AUTORI della Hope Music School, progetto del Servizio Nazionale di Pastorale Giovanile della CEI.</p>
<p> </p>
<p>Inoltre, l’Oratorio Giovanni Paolo II ha ricevuto l’invito a rappresentare nella città di Bari il musical “Il Sogno di una vita”. Vivo apprezzamento per il premio conseguito è stato espresso dalla Chiesa diocesana perugina impegnata da pochi anni nel rilancio delle realtà oratoriali: «non possiamo non esprimere<b> soddisfazione</b> per questi ragazzi incoraggiandoli a proseguire la loro splendida esperienza oratoriale – commentano in Curia –. Questo è un premio che conferma i livelli di eccellenza raggiunti in poco tempo dai nostri Oratori parrocchiali sia per la loro qualità educativa che per le loro proposte offerte alle nuove generazioni».</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*