Record di accessi nel portale turistico-istituzionale

Sono stati circa 45mila i visitatori che nel primo semestre del 2008 hanno conosciuto Spello consultando il portale turistico-istituzionale aperto su internet per illustrare la Mostra del Pintoricchio. Nello stesso periodo, gennaio-giugno del 2007, quando la Mostra ed il portale turistico non avevano ancora aperto, gli accessi erano stati invece circa 22.000. “Il più che raddoppiato risultato dello scorso anno – afferma il vice Sindaco Antonio Luna –  dimostra la qualità della scelta effettuata, che ripartisce il sito del Comune in un’area istituzionale ed in una promozionale. Nessun documento cartaceo di presentazione della città avrebbe avuto questa capacità di penetrazione”. I visitatori, dagli oltre 4mila del gennaio 2008, sono arrivati infatti ai quasi 10mila sia di aprile che di maggio con accessi provenienti prevalentemente da Stati Uniti, Italia ed altri paesi dell’Unione Europea. “In ragione di tali dati e per mantenere la visibilità conquistata – continua Luna – il portale turistico non andrà in soffitta con la chiusura della Mostra prevista il 31 agosto, ma dovrebbe trasformarsi in un caleidoscopio permanente che, volta per volta, metterà in evidenza le priorità artistiche, culturali, produttive, ambientali e dell’accoglienza che Spello offre al visitatore in quel dato periodo”. Allo scopo di potenziare i contenuti anche di servizio del portale, l’assessorato allo Sviluppo economico ha avviato proprio in questi giorni, un “censimento” delle attività imprenditoriali con valenza turistica. Alla lettera di presentazione arrivata a tutti gli imprenditori spellani di settore, è stata allegata una scheda da compilare con i dati aggiornati dell’azienda, ma anche da arricchire con slogan e descrizioni dell’attività. Fino a pochi mesi fa il sito evidenziava solamente gli elenchi di alberghi, ristoranti e bar. “Ora, oltre agli eventuali collegamenti ai siti delle attività  – conclude Luna – proveremo ad arricchire il portale di informazioni utili al soggiorno. L’obiettivo abbastanza evidente è quello di potenziare un sistema integrato pubblico-privato di sviluppo economico della città. Crediamo sia inoltre un altro e parallelo passo verso l’innalzamento della qualità dell’accoglienza”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*