REALITYOPERA: PROCLAMATI I VINCITORI DEL CONCORSO PER I TESTI LETTERARI

<p>post <b>M. Zingales </b>UJcom2.0 <a target="_blank" title="Scrivi a Morena Zingales" href="mailto:morenazingales@gmail.com"><b>@</b></a> (UJcom) ASSISI - Il progetto Realityopera promosso dal Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto A.Belli in collaborazione con il Ministero della Gioventù e dalla Regione dell’Umbria e che prevede la scelta di tre testi letterari ispirati a tre temi di attualità (“Gomorra” di Roberto Saviano, L’isola dei famosi, La strage della Thyssenkrupp) che saranno poi musicati da tre noti <b>compositori</b>, Roberta Vacca, Ennio Marocchini, Andrea Cera, inizia a prendere forma. La Giuria del Teatro Lirico Sperimentale  ha decretato infatti ufficialmente i tre testi vincitori su 28 partecipanti. Gli autori prescelti sono :</p>
<p>Laura Brizi, 16 anni di Foligno con il testo “Ragaaazziii!” ispirato al reality “L’isola dei famosi” (Laura  frequenta il Liceo-Ginnasio  F. Frezzi di Foligno) , Simone Fagioli, 27 anni di Spoleto con il testo “Un grido di voce” ispirato alla Strage della Thyssenkrupp di Torino( Simone Fagioli ha conseguito dopo la Laurea in Filosofia , la Laurea Magistrale presso l’Università degli Studi di  Perugia con il <b>massimo</b> dei voti con una tesi dal titolo “La Retorica” di Aristotele: verso una logica argomentativa)  e Luigi Santamaria di 23 Anni, nato a Benevento ma residente a Perugia con il testo “Lo sgambetto” ispirato al libro di Roberto Saviano “Gomorra”(Luigi Santamaria è studente di Filosofia all’Università degli Studi di Perugia. E’ vincitore di una borsa di studio Erasmus all’Università La Sorbona di Parigi)</p>
<p>Ai tre vincitori verrà assegnato un premio di euro 800,00. I testi saranno poi consegnati ai compositori che elaboreranno tre brani originali di teatro musicale utilizzando un ensemble formato da musicisti “tradizionali” (quartetto d’archi- pianoforte, percussioni) e dalla band giovanile emergente che sarà prescelta tra le 5 finaliste nell’esibizione pubblica che si terrà il 14 settembre alle ore 16 presso il Teatro di S.Nicolo’ a Spoleto. Le band che si esibiranno sono: il gruppo rock JAS.3 (di Castel Ritaldi-Spoleto) composto da Saverio Mariani (voce e chitarra), Jim Osman (chitarra e cori),  Samuele Osman (basso), Gianmarco Falchi (batteria)  età media del gruppo 18 anni ( “ La forza o la dolcezza di una orchestra classica permettono una migliore, ottimale <b>diremmo</b>, riuscita dell’arrangiamento e dà la capacità al pezzo di prendere forma più consistente ed efficace”dal testo di presentazione del gruppo). iCorona  , gruppo rock di Perugia composto da Paolo Menichetti (chitarra), Giovanni Vignaioli (batteria) , Francesco Pitoni(basso), Federico Maracaglia (chitarra solista) , Nicolò Cesaroni (voce) .</p>
<p> </p>
<p>Età media 18 anni – ( iCorona nel 2009 vincono al concorso “Giovani Note” il premio miglior voce, assegnatogli dalla giuria presieduta da Nicky Nicolai e Stefano di Battista).  Never Known , gruppo pop-rock di Terni, età media 16 anni , composto da Maria Vittoria Androsciani (voce), Andrea Ciaramellari (batteria), Federico Ceriola (chitarra) , Ginevra Cimino (basso), Lorenzo Pizzuti( tastiere). (Il gruppo “Never Known” nasce nell’ambito di un progetto scolastico del Liceo Donatelli di <b>Terni </b>nel settembre 2009. Hanno vinto il Premio “Fancelli”di Terni. Il gruppo  che consta di 26 elementi ha preso parte a numerose iniziative tra  cui l’esibizione in occasione della  manifestazione di protesta dei lavoratori dell’industria chimica “Basell” di Terni.) .</p>
<p> </p>
<p>Urban Jazz Trio  di Terni/Perugia è composto da Emanuele Pellegrini (pianoforte), Pietro Paris (contrabbasso), Fabio D’Isanto (batteria) ; età media del gruppo 26 anni (dal testo di presentazione del gruppo:Contrariamente alla maggioranza delle formazioni Jazz italiane l’Urban Jazz Trio affronta sonorità e ritmi inconsueti, ispirandosi a modelli come il Brad Mehldau Trio e il Robert Glasper Trio. Propone sonorità più moderne e newyorkesi senza disdegnare ritmiche hiphop). Il quinto <b>gruppo</b> che si esibirà insieme agli altri il 14 settembre a Spoleto è  Forget the sun. Il gruppo è di Terni e si definisce una “tribute band dei Pink Floyd nata in un freddo garage nell’ottobre del 2007”.Età media 25 anni . La band è composta da Riccardo Tappo(basso) , Massimo Colabella ( chitarra elettrica), Marco De Sanctis ( batteria), Marco Caporali (tastiere e voce), Lorenzo Acciaro (voce e chitarra acustica).</p>
<p> </p>
<p>Il Concerto- happening (aperto al pubblico- ingresso euro 3, prenotazioni tel.0743.220440) e che si terrà a Spoleto il 14 settembre alle ore 16 oltre che comprendere l’esibizione delle band , sarà l’occasione per conoscere direttamente   i vincitori della parte letteraria del Concorso Realityopera che <b>leggeranno</b> alcuni brani dei testi selezionati.La Guria dei compositori decreterà la band  migliore ma anche il pubblico presente sarà chiamato ad esprimere una preferenza. Alla band scelta dalla Giuria verrà assegnato un premio di euro 3.000,00 oltre che la partecipazione  agli spettacoli che si terranno nel 2011. Alla band prescelta dal pubblico sarà assegnata una targa “Premio popolare selezione RealityOpera”.</p>
<p> </p>
<p>Il Presidente del Teatro Lirico Sperimentale  Carlo Belli interviene sull’iniziativa:<br /><br />“Non avrei mai pensato sino allo scorso anno che lo Sperimentale riuscisse a spingersi cosi’ oltre nella programmazione delle proprie attività E ne sono veramente fiero.Ben vengano esperimenti come Realityopera nati dalle idee e dalla passione dei due direttori dello “Sperimentale”  Michelangelo Zurletti e Claudio Lepore . Sono ancor più orgoglioso perché attraverso queste attività vedo <b>avvicinarsi</b> ancor più i giovani allo Sperimentale, alla musica più in generale. Unico grande dispiacere è l’attuale impossibilità di organizzare un nuovo Concorso Internazionale Orpheus per giovani compositori di teatro musicale,il Concorso organizzato con il Maestro Berio.</p>
<p> </p>
<p>L’ultima edizione 2006/2007 resa possibile grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto è stata validissima, intensa e <b>altrettanto</b> interessante lo spettacolo realizzato da Pippo Delbono su musica di Giovanni Mancuso. E anche in questo caso i giovani erano i protagonisti. I giovani sono il futuro non solo della musica . Desidero che il Concorso Orpheus riprenda e continui a segnalare talenti per il futuro ma abbiamo bisogno di una banca…di alcun iimprensditori  sensibili. Se ci fermiamo, la crisi veramente ci spazzerà via.</p>
<p> </p>
<p>Chiedo agli imprenditori spoletini e <b>umbri </b>non solo , agli istituti di credito, di riflettere e finalmente fare quello sforzo significativo che da anni richiedo: insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, che sono certo si farà promotrice e ci sosterrà, creare una “cordata”, questa volta” per volare” ma con  la musica. Sono a Vostra disposizione, gli uffici sono sempre  aperti . Organizziamo un nuovo Concorso Orpheus! Diamo voce ai giovani talenti, offriamo loro una possibilità! Senza cultura, senza arte, senza musica, senza teatro non c’è futuro. Se non  si considerano gli artisti parte del sistema sociale, non si comprende non solo il futuro ma nemmeno il presente.</p>
<p> </p>
<p><b><br /></b></p>
<p><b><a target="_blank" title="Scrivi a Morena Zingales" href="mailto:morenazingales@gmail.com">- SOGNO D’ESTATE A SPOLETO: SABATO E DOMENICA IN MUSICA. JAZZ, CLASSICA, MARCHING BAND, FOLK</a></b></p>
<p><b><a target="_self" href="http://www.umbriajournal.com/mediacenter/FE/articoli/arte-mostre-ed-esposizioni-in-umbria-previste-in-u.html">- ARTE: MOSTRE ED ESPOSIZIONI PREVISTE IN UMBRIA</a></b></p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*