RACCOLTA DIFFERENZIATA - LIGNANI MARCHESANI (PDL): “L'UMBRIA ULTIMA PER RACCOLTA DIFFERENZIATA NESSUN COMUNE SOPRA IL 50 PER CENTO”

<p>post <b>M. Zingales</b> UJcom2.0 <a target="_blank" title="Scrivi a Morena Zingales" href="mailto:morenazingales@gmail.com"><b>@</b></a> (UJ.com) PERUGIA - “L'indagine del Corriere della Sera sulla raccolta differenziata (che riporta dati di Legambiente) è assolutamente impietosa per l’Umbria: fanalino di coda dietro la Puglia, ma soprattutto unica regione che non registra alcun Comune con una percentuale superiore al 50 per cento in questo dato. È un triste primato per il cuore verde d’Italia, ma <b>soprattutto</b> è un dato che stride con gli ambiziosi propositi del Piano dei rifiuti, con i proclami della Giunta regionale e dei Comuni di centrosinistra che, per ideologismi vecchia maniera, si riempiono tanto la bocca con gli obiettivi sulla raccolta differenziata”.</p>
<p> </p>
<p>Lo afferma il consigliere regionale Andrea Lignani Marchesani (Pdl), secondo cui “certamente l’Umbria sconta anni di ritardi, ma soprattutto va <b>evidenziata</b> la logica dei 'due forni' perseguita dall'Esecutivo regionale, che ha inteso sempre tenere unite sotto il medesimo ombrello di consenso la sinistra radicale vetero-ambientalista e logiche industriali legate al ciclo dei rifiuti. Rimane il dato incontrovertibile registrato dal Corriere della Sera: 'molto si è chiacchierato e poco si è prodotto'”.</p>
<p> </p>
<p>Lignani evidenzia infine che “la raccolta differenziata va perseguita non in una logica fine a se stessa, ma inserendola in un contesto impiantistico che sappia coniugare sostenibilità ambientale, abbassamento delle tariffe e sviluppo economico. Tre parametri non in contraddizione se si perseguissero <b>investimenti</b> legati alla costruzione di impianti di nuova generazione attraverso project financing nei singoli Ambiti territoriali. Ma il pregiudizio anti-privato, sostenuto a corrente alternata e secondo gli interessi elettorali del momento, è un altro parametro negativo duro a morire nella nostra Regione”.</p>
<p> </p>
<p> </p>
<p><a target="_self" href="http://www.umbriajournal.com/MediaCenter/FE/articoli/raccolta-differenziata-fpcgil-umbria-siamo-lontani.html"><b>- RACCOLTA DIFFERENZIATA: FP-CGIL UMBRIA, SIAMO LONTANI DAGLI OBIETTIVI DEL PIANO REGIONALE</b></a></p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*