Prosegue l'occupazione della Sala del Consigio

PERUGIA - Hanno previsto turni di presenza in aula fino ad almeno venerdi' prossimo, i nove consiglieri regionali umbri di An e Forza Italia che dalla tarda mattinata di ieri stanno occupando l'aula del consiglio per protestare contro il rinvio a settembre, deciso ieri dalla maggioranza di centro sinistra (con alcune eccezioni al suo interno) della discussione sulle proposte di legge in materia di sicurezza. I turni di presenza sono organizzati per coppie di consiglieri, che restano in aula dalle cinque alle sette ore ciascuna. Gli occupanti definiscono la loro iniziativa come ''assemblea permanente'' e per oggi pomeriggio e' stato convocato un incontro con i sindacati delle forze di polizia, mentre in serata tocchera' ai comitati cittadini impegnati sul fronte sicurezza. Stamani in aula c'erano Alfredo Santi (Fi) ed il capogruppo di An, Franco Zaffini: ''Il centro sinistra umbro ci accusa di fare politica spettacolo - ha detto quest'ultimo - ma lo spettacolo indecente e' quello offerto dalla maggioranza, talmente divisa al suo interno che ieri e' arrivata in aula senza un accordo su quale testo discutere. Ed e' stata la presidente della giunta, Maria Rita Lorenzetti, a presentare emendamenti che svuotano di risorse la normativa, prevedendo solo 200 mila euro per i progetti sulla sicurezza dei 92 Comuni umbri. Tutto questo mentre a Perugia la sicurezza e' sempre piu' a rischio, e solo due giorni fa c'e' stato un omicidio''.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*