Prosegue Cdcinema

Amano Tarantino che è il loro spirito guida: sono i ragazzi della Whiterose production che venerdì 25 luglio presenteranno a Santa Cecilia il film con cui si sono fatti conosce-re ed apprezzare nei festival di cinema indipendente sparsi per la penisola. <br />Cdcinema rende onore dunque ad una produzione tutta locale “Life’s but”, dedicando un’intera serata a giovani promesse con grandi progetti. <br />“Stiamo lavorando all’opera seconda” dice <b>Lorenzo Lombardi</b>, regista e membro di un gruppo che è cresciuto insieme alla passione per la macchina da presa. “Sarà un road movie con tinte horror, un modo per rilanciare un genere che in Italia è fuori dai circuiti importanti. Eppure gli incassi più consistente della stagione appena conclusa hanno premiato un horror americano”. Per la Whiterose production questa è una delle tante anomalie del cinema di casa nostra che “per prenderti in considerazione chiede attori di richiamo e investimenti già a disposizione. Come ogni artista alle prime armi, anche noi ci siamo visti chiudere tante porte in faccia, ma speriamo che con questa pellicola, qualcuna se ne apra. Si intitolerà ‘In the market’ ed avrà come protagonisti un ragazzo, Marco Martini, e due ragazze, Elisa Sensi e Rossella Caiani, scelta con un casting nel-la Capitale. Termineremo le riprese a luglio ed entro il 2008 di completare anche il montaggio”.<br />In realtà questo è l’obiettivo minimo di un sodalizio, anagraficamente omogeneo, nato su emulazione delle gesta del protagonista di Dawson Creek, Dawson Leery, seguitis-simo telefilm degli anni Novanta, che racconta le vicende di un’adolescente con il so-gno di fare il regista. <br />“All’inizio è stato un gioco, che però ci ha preso la mano. In questi anni abbiamo lavo-rato sulle basi tecniche, seguendo corsi specifici. L’idea però è strutturare in Alta Valle del Tevere una casa cinematografica. Di concorrenza per ora non ce ne è molta…”. Lorenzo Lombardi solo ha 21 anni e due film all’attivo: “Stiamo investendo di tasca no-stra. Gli attori hanno un contratto che non prevede onorari ma una sorta di distribuzio-ne degli eventuali introiti. Però siamo riusciti a guadagnarci la stima di Sergio Stivaletti, il curatore degli effetti speciali di Dario Argento, che ha scelto tra diverse possibilità il nostro film. In questi giorni stiamo girando presso un distributore di benzina a Pennabil-li una scena molto movimentata. ‘In the market’ sarà il primo di un nuovo filone che po-tremmo definire spaghetti-horror”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*