PRESENTATA UFFICIALMENTE LA STAGIONE DI PROSA DEL TEATRO DON BOSCO DI GUALDO TADINO

<p><a target="_blank" title="Scrivi a Cristina Pappone" href="mailto: papponecristina@gmail.com"><img style="border: 1px solid black; float: right;" src="http://www.umbriajournal.com/MediaCenter/API/Risorse/StreamRisorsa.aspx?guid=ACE3868D-A82C-49D3-92BD-8A0A0850824D" border="0" /></a>(UJ.com) GUALDO TADINO - E’ stata ufficialmente presentata la stagione di prosa 2010-2011 del Teatro Don Bosco di Gualdo Tadino, alla presenza dell’assessore alla Cultura Fausto Cambiotti, della responsabile del circuito del Teatro Stabile dell’Umbria Bianca Maria <b>Ragni</b>, la presidente dell’UniGualdo Fiorella Angeli e quella della Pro Tadino Paola Moriconi. Una stagione che non tradirà di certo le aspettative del grande pubblico che, come sottolineato Bianca Maria Ragni “potrà fruire di spettacoli con prezzi avvicinabili da chiunque, grazie all’impegno dell’Amministrazione Comunale, che non ha tagliato in cultura, seppur in un momento delicato come quello attuale.</p>
<p> </p>
<p>” Oltre alla possibilità di poter sottoscrivere l’abbonamento o acquistare il singolo biglietto, è previsto anche un mini abbonamento di quattro spettacoli pensato apposta per gli studenti e che comprende titoli importanti quali: “Fantasmi”, tratto da due opere di Luigi Pirandello ed in scena il prossimo 29 novembre, “Un sogno nella notte di mezza estate” di William Shakespeare previsto con trasferta al teatro Morlacchi di Perugia, “Antigone” e “ Femminile Singolare”, con cui si <b>chiuderà </b>la stagione il 14 aprile 2011. Di grande rilievo proprio quest’ultima piece, che vedrà salire sul palcoscenico del Don Bosco Lella Costa, la quale darà voce alle poetesse del ‘900, da Emily Dickinson ad Antonia Pozzi, passando per Amelia Rosselli e Vanna Mignoli. Per acquistare i biglietti e sottoscrivere gli <b>abbonamenti </b>ci si può rivolgere all’Info Point di Piazza Martiri della Libertà al numero 075-9150263, oppure al botteghino del Teatro Don Bosco.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*