POLITICA: TIPPOLOTTI, “UN ULTIMO E INACCETTABILE STRAPPO ISTITUZIONALE”

<p>(UJ.com) PERUGIA - “Se risultassero vere e confermate le notizie di stampa riferite al dibattito nel Partito democratico dell’Umbria, secondo cui verrebbe 'offerta' alla minoranza interna di questo partito la presidenza dell’Assemblea regionale, ciò rappresenterebbe l’ultimo ed inaccettabile strappo istituzionale che si vorrebbe imporre”. Lo afferma il consigliere regionale Mauro Tippolotti (Sinistra per l'Umbria) che parla di “un’occupazione istituzionale degna della Bulgaria dei tempi di Todor Zivkov, completatasi dopo la vergognosa vicenda dell’avvicendamento alla presidenza del Consiglio regionale gestita dal Pd con l’ausilio di ascari di destra e di sinistra”.</p>
<p>Tippolotti invita a “riflettere, e dovrebbero farlo soprattutto gli ascari di sinistra che hanno sempre strombazzato sulla presunta protervia del Pd nell’occupare i posti di potere, sul fatto che ad oggi il presidente della Regione, il presidente del consiglio e i tre quinti dell’Ufficio di presidenza sono ad esclusivo appannaggio del Partito democratico”. Per il capogruppo di Sinistra per l'Umbria “la cosa più inquietante, sempre che vi sia conferma delle notizie, è che si continuano ad usare le istituzioni ai massimi livelli per bilanciare i rapporti interni delle varie famiglie politiche che animano il dibattito interno di un partito. Senza dimenticare – conclude Tippolotti - che dovrebbe essere acquisito dalla maturità istituzionale di tutti che, tenendo conto dei vari equilibri politici, le cariche istituzionali di garanzia dovrebbero essere interessate da un dibattito e da un confronto estranei alle beghe interne di qualcuno, ma riguardanti l’intera Assemblea regionale, minoranza compresa. Ma vi sono anche gli ascari di destra”.</p>
<p> </p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*