Perugia-Modena, anche l’Aulci scende in campo

PERUGIA  – Il 14 febbraio non è soltanto San Valentino, la festa degli innamorati. Ricorre anche un’altra importante festa da celebrare insieme: la giornata mondiale di sensibilizzazione alle cardiopatie congenite. L’Aulci ONLUS, Associazione Umbra lotta alle cardiopatie infantili, da 25 anni strenuamente impegnata in campagne di sensibilizzazione e informazione, oltre che in attività di concreto supporto alle istituzioni sanitarie e alle famiglie dei cardiopatici, che di recente ha aderito al Coordinamento Cuori Uniti d’Italia, non poteva mancare all’appuntamento e quest’anno festeggia la giornata mondiale delle cardiopatie congenite  insieme con l’Associazione Calcio Perugia. Anche il club del capoluogo umbro, infatti, si è contraddistinto negli anni per l’impegno nel diffondere presso l’opinione pubblica informazione e conoscenza su queste patologie e per la solidarietà dimostrata nella lotta alle cardiopatie congenite.

Così, il 13 febbraio p.v., in occasione della partita di campionato di serie B Perugia- Modena, AULCI e A.C. Perugia saranno ancora una volta insieme, a sugellare il sodalizio nella causa comune, perché di cardiopatie congenite si deve parlare, tutti devono sapere…sportivi e non…

Le cardiopatie congenite sono gravi malformazioni anatomiche del cuore presenti nel bambino fin dalla nascita, dovute ad un incompleto sviluppo cardiaco durante la vita fetale. Ogni anno in Italia circa 4.5000 bambini ne nascono affetti. Fino a qualche decennio fa la diagnosi di cardiopatia congenita significava essere condannati a non superare l’adolescenza. Oggi, grazie ai significativi progressi della medicina e alla preziosa attività di centri di eccellenza in cardiologia e cardiochirurgia pediatrica, quasi il 90% dei pazienti raggiunge l’età adulta.

Eppure ricordate il caso del nostro calciatore Curi o quello ancora più recente del giocatore Cassano? Beh, il difetto congenito del suo cuore colpisce il 25/30% della popolazione e, se non diagnosticato, può rimanere silente per tutta la vita, fino a che non determina danni alla salute.

Possiamo e dobbiamo fare ancora molto per questi pazienti. Per questo AULCI e A.C.Perugia vogliono sensibilizzare al problema, diffondendo una cultura di prevenzione e diagnosi precoce delle cardiopatie congenite, informando della possibilità, laddove sia necessario, di correzione chirurgica delle stesse. Inoltre, l’associazione e il club perugino vogliono ricordare l’importanza della promozione di programmi di riabilitazione fisica per migliorare la qualità della vita di questi pazienti e per l’inserimento nel mondo sociale, scolastico e, perché no, ludico-sportivo; rimarcare la necessità di implementare percorsi di supporto e riabilitazione psicologica per i bambini e i loro familiari, spesso traumatizzati dalla notizia della malformazione alla nascita e destinati a convivere con la paura che quel piccolo cuore smetta di battere.

Ecco allora che il 13 febbraio scenderà in campo la Presidente dell’AULCI Mara Zenzeri, che, per ringraziare a nome dell’associazione che rappresenta l’A Perugia Calcio per il supporto e la proficua collaborazione di questi anni, consegna le targhe AMICI dell’AULCI al massaggiatore Perugia Calcio, Renzo Luchini, e all’allenatore del Modena, Walter Novellino. Al termine tutti i presenti saranno invitati ad unirsi in un caloroso applauso, lasciando che le mani battano al ritmo del cuore, per ricordare che quel battito è un diritto di tutti.

L’impegno dell’AULCI Onlus proseguirà anche nella mattinata 14 febbraio.

Grazie alla sensibilità e disponibilità della prof.ssa Margherita Ventura, Dirigente scolastico della scuola secondaria dell’ Istituto comprensivo n. 6 Perugia, nonché alla preziosa collaborazione della Prof.ssa Danila Isidori,  è stato possibile organizzare un incontro per parlare di cardiopatie congenite infantili insieme agli alunni delle seconde classi, ai loro genitori e ai docenti. L’incontro si terrà sabato 14 febbraio presso l’auditorium della scuola media di Castel del Piano alle ore 11.30. Presenzierà, tra gli altri, il dott. Alessio Franceschini, Clinical fellow in cardiologia pediatrica presso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma. Questo sarà il primo di una serie di incontri che si terranno a partire dal mese di marzo presso l’Istituto comprensivo n. 5 di Perugia, diretto dal prof. Fabio Gallina.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*