Perugia, convegno, “Scienza, informazione, democrazia”

giornali_online-2(2)PERUGIA – Oggi c’è bisogno di una nuova figura intellettuale, capace di comprendere i cambiamenti del mondo, accelerati dalla scienza, con la tempestività del giornalista e la conoscenza dello scienziato. È con questa idea che Franco Prattico, prima a L’Unità e poi a La Repubblica, ha interpretato il suo lavoro di giornalista scientifico. Ed è con questa idea che, all’inizio degli anni ’90, ha fondato a Trieste la prima scuola per la formazione dei giornalisti scientifici in Italia. I temi proposti da Prattico attualmente sono diventati di stringente attualità. La costruzione della società democratica della conoscenza passa attraverso la partecipazione di cittadini informati e consapevoli. Da tali considerazioni nasce questo incontro che si vuole interrogare, tra l’altro, su come coniugare partecipazione democratica e spirito critico; come favorire l’accesso all’informazione scientifica; come fare “buona informazione”. In pratica, come formare quella nuova figura di intellettuale preconizzata da Franco Prattico.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*