OUF”: DANZA CONTEMPORANEA IN SCENA A CITTA’ DELLA PIEVE

<p><img style="border: 1px solid black; float: right; margin: 2px;" src="http://www.umbriajournal.com/MediaCenter/API/Risorse/StreamRisorsa.aspx?guid=873539C0-4751-4384-9658-AA76922D3712" border="0" />(UJ.com) CITTA’ DELLA PIEVE - Uno spettacolo di danza contemporanea, realizzato dall’associazione culturale “Deja Donne” di Tuoro sul Trasimeno è in programma presso il Teatro Comunale “Accademia degli Avvaloranti” di Città della Pieve per sabato 27 novembre, alle ore 21.00. Lo spettacolo dal titolo “<b>OUF” di Virginia Spallarossa </b>è il risultato di un progetto di residenza creativa che la compagnia “Deja Donne” ha deciso di avviare durante il 2010 presso la propria sede, il Teatro Comunale dell’Accademia di Tuoro sul Trasimeno, grazie anche alla preziosa collaborazione del Teatro Stabile di Innovazione Fontemaggiore, il Comune di Città della Pieve ed Indisciplinarte di Terni, che hanno aderito alla sua distribuzione con grande entusiasmo.</p>
<p>L’idea principale è chiaramente quella di poter dare la possibilità a giovani performers e coreografi di creare e sviluppare i propri lavori con il necessario sostegno produttivo ed organizzativo, mettendo a disposizione lo spazio per provare e qualsiasi altro servizio venga richiesto. La compagnia “<b>Deja Donne</b>” ha deciso quindi di produrre e distribuire le performances che scaturiranno dalle residenze creative che verranno realizzate, diventando un soggetto operante nel campo della produzione e promozione di danza contemporanea non più solo per se stesso e per i propri lavori ma anche per altri soggetti. Lo scopo principale è quello di incentivare la promozione e la produzione di danza contemporanea all’interno della Regione Umbria ed in generale in Italia contribuendo anche a creare un network regionale per la distribuzione delle residenze che miri al consolidamento e alla formazione del pubblico locale. “OUF” è una performance di Virginia Spallarossa, danzatrice e coreografa residente a Milano indipendente, che ha collaborato negli anni con la compagnia “Deja Donne” in alcune produzioni di danza contemporanea.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*