MUSICA Il Gubbio No Borders si tinge di groove con la P-Funking Band

<p>(UJ.com) GUBBIO - Mercoledì 12 agosto al Chiostro di San Pietro straordinario concerto con <b>Monica Hill.</b> E venerdì 14 la band perugina si esibirà con Simone Cristicchi in provincia di Grosseto nell'ambito del festival “Senti che Fiora”<br /><br />Ci sarà l'energia marching della<b> P-Funking Band</b> a colorare di groove le serate del Gubbio No Borders. La band perugina, reduce da due apprezzatissime performance al Trasimeno Blues e già nel cartellone 2008 del festival eugubino, torna ad esibirsi nella città dei Ceri con una serie di street parade per le vie del centro storico. Quattro in tutto i concerti in programma fino al 19 agosto per la P-Funking Band, che proporrà al pubblico di Gubbio il proprio marchio di fabbrica, un'originale miscela di funk, disco music, jazz, rhythm’n’blues e soul rivisitati in chiave marching, a cui si sommano originali coreografie. <br /><br />E non mancheranno le sorprese, come l'attesissimo concerto di <b>mercoledì 12 agosto</b>, alle 21.30 al Chiostro di San Pietro, con la cantante Monica Hill, appuntamento inserito nella sezione “Terra mia” del prestigioso festival. Per l'occasione i musicisti perugini (ma nell'organico della P-Funking Band si conta anche una valente “truppa” eugubina) accantoneranno per una serata la loro natura di “street band” per salire sul palco e dar vita ad uno spettacolo da “big band” con la straordinaria voce “black” della giovane artista sammarinese, lanciata anni fa dalla trasmissione televisiva “Saranno famosi” e da allora impegnata in una prestigiosa carriera tra musical, teatro e tournée con grandi artisti (uno su tutti Alex Britti). “Proporremo grandi pezzi della storia del funk – anticipa Riccardo Giulietti, direttore e prima tromba della band perugina, che ha curato anche gli arrangiamenti per il concerto di mercoledì – tratti dal repertorio di mostri sacri come Miles Davis o Chaka Khan, ma non solo. In scaletta ci saranno anche molte 'chicche' poco conosciute che siamo andati a ripescare da vecchi vinili”. Un concerto unico e da non perdere, quello che unirà la P-Funking Band e Monica Hill, che sottolinea tra l'altro la versatilità e la continua ricerca portata avanti dai musicisti perugini e che farà da preludio alle altre 2 esibizioni della marching band il 15 e il 19 agosto, sempre per le vie di Gubbio.<br /><br />Ma le sorprese con la P-Funking Band non finiscono qui, in questa stagione estiva che sta lanciando la band perugina sulla scena musicale nazionale. La P-Funking è stata infatti invitata a suonare, venerdì 14 agosto, al festival “Senti che Fiora”, nella cittadina grossetana di Santa Fiora: qui, dopo essersi esibita nella sua ormai conosciutissima street parade, la P-Funking Band salirà sul <b>palco principale</b> della manifestazione per un “set” con Simone Cristicchi, accompagnandolo nell'esecuzione di alcuni suoi brani (tratti anche dall'ultimo apprezzato lavoro con il Coro dei minatori di Santa Fiora, progetto che ha valso al vincitore del Sanremo di due anni fa grandi apprezzamenti di critica e pubblico). Un evento di prestigio, dunque, che vale come un ulteriore conferma del livello raggiunto dalla marching band umbra, nata dalla passione comune di un gruppo di giovani musicisti di estrazione artistica diversa ed ormai stabilmente presente nel cartellone dei principali festival (jazz e non solo) della penisola (dal Viterbo JazzUp al Pistoia Blues, passando per l'Arezzo Play Art e il Groove City Festival). Chi se la fosse persa in questi mesi, in attesa dei concerti eugubini e della straordinaria serata di Santa Fiora, può collegarsi al sito internet ufficiale <a href="http://www.perugiafunkingband.it">www.perugiafunkingband.it</a> per per un viaggio (audio e video) nel trascinante groove della P-Funking Band</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*