MARINI A CEU, CON CHIESA UMBRA ANTICO LEGAME PER BENE COMUNE

<p>di <b>Riccardo Liguori</b> (UJ.com) ASSISI - Lunedì 11 ottobre si è riunita, presso il Seminario regionale in Assisi, la Conferenza episcopale umbra, per il mensile appuntamento di programmazione e confronto sull'attività pastorale e delle commissioni regionali per l'Anno Pastorale 2010-2011. Nell’occasione, si è svolta la gradita visita del presidente della Giunta regionale dell’Umbria, <b>Catiuscia </b>Marini, che ha incontrato gli arcivescovi e vescovi della Regione Ecclesiastica. A rivolgerle il saluto di benvenuto è stato il presidente della Ceu, mons. Vincenzo Paglia, vescovo di Terni-Narni-Amelia.</p>
<p> </p>
<p>«Ringraziamo la presidente Marini per questa visita all'inizio del suo mandato, che viene a consolidare il rapporto tra la Conferenza episcopale umbra e le otto diocesi umbre con le Istituzioni civili – ha detto mons. Paglia –. Secoli di storia che hanno visto la Chiesa plasmare anche questa regione debbono continuare nella loro opera anche in questo tempo con quell'efficacia che la <b>storia </b>ci ha dimostrato e che sono il segno tangibile di quanto alla Chiesa stia a cuore il bene comune della società - ha aggiunto mons. Paglia -. Per questo desideriamo con convinzione offrire tutto il nostro contributo nel perseguimento di una crescita globale dell'Umbria, pur nel rispetto della distinzione dei ruoli istituzionali.</p>
<p> </p>
<p>Il bene comune è una prospettiva che unisce la società civile, quella religiosa e le diverse istituzioni. Nella diversità c’è, infatti, una passione condivisa per questa regione che ha dato già alcuni frutti importanti con l'approvazione della legge regionale sulla famiglia che è stata approvata, la <b>prossima </b>firma dell' accordo sugli oratori, mentre altre prospettive si aprono per quanto riguarda il sistema museale e artistico che è un patrimonio congiunto che non può non vederci gli uni accanto agli altri, in una regione che un museo a cielo aperto» - ha concluso mons. Paglia. La presidente Marini, nel salutare i presuli, ha sottolineato come l’incontro odierno sia «un'occasione per rinnovare i rapporti di collaborazione con la Conferenza episcopale Umbra in una fase molto particolare della vita della regione».</p>
<p> </p>
<p>Non solo una visita formale ma un momento di scambio e approfondimento a dimostrazione di come «la coesione sociale, i valori e le azioni di cui la Chiesa è portatrice - ha aggiunto la Marini - <b>stanno </b>dando un contributo significativo in una fase più complessa rispetto al passato, soprattutto rispetto alla gestione dei problemi del lavoro, occupazionali e produttivi del territorio. Sappiamo che questa fase di incertezza in alcuni ambiti professionali ed economici sta destabilizzando una parte del tessuto sociale, della vita familiare e delle comunità.</p>
<p> </p>
<p>Alcune delle possibilità di gestire questa situazione vengono da un lavoro comune che nasce dagli anni passati e dal mondo di operare in sinergia tra la Ceu e la Regione, pur nella necessaria autonomia e distinzione, ma che ci ha visto operare insieme in diverse fasi come ad esempio per la <b>fondazione </b>antiusura, l'osservatorio sulle povertà e ora questa esperienza degli oratori che vanno rivitalizzati e messi al centro di un'azione più complessiva delle politiche sociali» - ha concluso la presidente Marini. I Vescovi dell'Umbria hanno donato alla presidente della Regione un icona dipinta a mano raffigurante i santi Francesco d'Assisi e Benedetto da Norcia, mentre a sua volta la presidente della regione ha donato ai Vescovi un bassorilievo in ceramica di Gualdo Tadino raffigurante la Madonna con il Bambino.</p>
<p> </p>
<p> </p>
<p><b><a href="http://www.umbriajournal.com/mediacenter/FE/articoli/umbria-mercoledi-firma-nuova-alleanza-per-sviluppo.html"><b><span style="color: #c00000;">- UMBRIA - MERCOLEDI' FIRMA NUOVA ALLEANZA PER SVILUPPO</span></b></a></b></p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*