MANIFESTAZIONE Palio dei Quartieri 2009, è la resa dei conti!

<p>(UJ.com) NOCERA UMBRA - Riflettori accesi sulle gare conclusive dell’appassionante Palio del Ventennale a Nocera Umbra. I due quartieri sono pronti per le sfide finali della domenica alla conquista di un posto nell'albo d'oro del Palio. Si inizia domenica alle ore 16 al <b>Campo dei Giochi</b> con la gara equestre del Roccio, confronto fra cinque cavalieri per quartiere. Alle ore 21 si prosegue con il gioco della Dama Infedele, la fase più emozionante e combattuta: dapprima la staffetta e poi la portantina, una maxi sfida all’ultimo metro nella quale alla potenza muscolare degli atleti giallo-blu e rosso-verdi si aggiunge la possibilità di usufruire dei favori della "dea bendata", alla ricerca del fazzoletto  con i colori del proprio quartiere. <br />E’ ufficiale la lista dei dieci cavalieri che domenica pomeriggio, alle ore 16, si affronteranno nel Campo dei Giochi, cercando di infilare con una lancia il “<b>Roccio</b>”, (un anello di circa 30 cm. di diametro, posto a 3 metri di altezza) nel minor tempo possibile.<br />Gareggiano con la bandiera rosso-verde di Porta Santa Croce Gianni Alocchi, Eleonora Gammaitoni, Simone Trappetti, Francesco Cambriani, Claudio Stefanetti e Maurizio Ascani come riserva; con la bandiera giallo-blu di Borgo S. Martino correranno il presidente <b>Giuseppe Biagioni</b> (se, dopo l’infortunio durante le prove dello scorso sabato, le sue condizioni di salute glielo permetteranno),  Alessandro Angelucci, Manuele Cesaretti, Emanuele Filippucci, Giorgio Angeli e Andrea Leonardi e Andrea Chiacchierini come riserve.<br />Alle ore 21 sarà la volta di quella che è la sfida più sentita e suggestiva del Palio che è anche la gara finale del Palio, la Dama infedele, che si ispira ad un fatto di sangue e di infedeltà del 1421: l’adulterio di <b>Orsolina</b>, moglie del castellano della Rocca di Nocera con il nobile folignate Nicolò Trinci, che scatenò stragi, vendette e la distruzione della città. La gara consiste in una corsa a piedi con quattro tratti di staffetta podistica e tre di corse della portantina lungo le vie del centro cittadino: quattro atleti per ogni quartiere portano sulle spalle una pesante portantina su cui è seduto il cosiddetto “priore”. <br />Le due gare si basano sulla velocità, sulla potenza e sulla resistenza degli atleti, ma elementi fondamentali per la vittoria sono i possibili tradimenti delle dame, fatalità che possono determinare la vittoria finale del Palio conteso.<br />Allo <b>scoccare</b> della mezzanotte, sotto un cielo illuminato dai fuochi d’artificio, il presidente dell’Ente Palio, Alessandro Giovannini, consegnerà il Palio 2009 - realizzato dall’artista nocerina Paola Giordano - al quartiere che avrà conseguito il maggior punteggio nelle competizioni sportive.</p>
<p> </p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*