L’ASL N. 3 DELL’UMBRIA HA FORNITO I PRIMI DATI RELATIVI ALLA DIFFUSIONE DEL VIRUS A

<p>(UJ.com) FOLIGNO La Direzione Generale dell’Asl n. 3 dell’Umbria ha fornito questa mattina, nel corso di una conferenza stampa presso la Sala Piermarini del Nuovo Ospedale San Giovanni Battista di Foligno, i primi dati relativi alla diffusione del virus A H1N1v e alla campagna di vaccinazione e profilassi. Alla presenza del Direttore Generale, Maria Gigliola Rosignoli, del Direttore Amministrativo, Giovanni Valdinoci, il Direttore Sanitario Sandro Fratini ha invitato a non creare allarmismo:</p>
<p>“E’ una normale influenza che si diffonde velocemente – ha detto - nella nostra Asl non c’è ancora pandemia, ma invito le categorie interessate a sottoporsi alla vaccinazione”. E proprio sul versante di una corretta informazione il dottor Fratini ha predisposto un bollettino giornaliero per quanto riguarda i ricoveri ospedalieri e un incontro settimanale con la stampa per garantire un’informazione corretta. “I sintomi del virus A – ha sottolineato – sono caratterizzati da tosse, febbre alta (39°) per 3 o 4 giorni e cefalea e vi invitiamo a rivolgervi al medico di medicina generale e a non intasare il Pronto Soccorso. Proprio al Pronto Soccorso degli ospedali aziendali sono stati predisposti dei particolari percorsi per i cittadini che presentano i sintomi del virus con un percorso particolare riservato ai bambini.</p>
<p>Anche per quanto riguarda la degenza - ha concluso il Direttore Sanitario - ci siamo attrezzati con spazi adeguati potenziando anche il personale”. Attualmente sono 5 i ricoveri: 3 a Foligno di cui solo uno positivo al Virus A, 2 a Spoleto di cui uno in Rianimazione ed uno a Norcia. Non ci sono bambini ricoverati e nel corso dell’ultimo mese dei 142 pazienti giunti ai servizi di Pronto Soccorso dell’Azienda 58 sono stati ricoverati, 22 bambini al di sotto dei 14 anni sono stati ricoverati e dimessi. “E’ un vaccino sicuro come gli altri – ha spiegato poi il dottor Franco Santocchia, responsabile del Dipartimento di Igiene e Prevenzione – cambia solamente l’antigene, non contiene virus, ma solo particelle proteiche del virus e tra gli adiuvanti c’è l’NF59 (squalene), gia usato in vaccini analoghi. Vi ricordo – ha concluso – che il vaccino è consigliato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità”. Le vaccinazioni per i soggetti al di sopra dei 14 anni con patologie e per le categorie dei servizi essenziali verranno effettuate da martedì 10 novembre a Foligno presso la Caserma Gonzaga, a Spoleto presso la Palazzina Micheli e negli altri comuni presso i rispettivi centri di salute. La progressione della campagna è connessa alla disponibilità di dosi di vaccino</p>
<p> </p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*