La belgradese Ana Popovic a Trasimeno Blues

(UJ.com) CORCIANO - Definita da molti la migliore blueswoman bianca, la belgradese Ana Popovic è considerata ormai un grande nome della scena Blues internazionale. Nata nel 1976 a Belgrado, Ana Popovi? è stata introdotta al mondo del Blues grazie a suo padre, alla grande collezione di dischi e alle numerose session realizzate a casa sua. Ana si appassiona alla chitarra e fonda la sua prima band, gli Hush, a 19 anni. Nello spazio di un solo anno suonano molto fuori dalla Yugoslavia e fanno da gruppo spalla al famoso bluesman americano Junior Wells. Dal 1998, la sua band tiene 100 show all'anno e appare regolarmente nella televisione yugoslava. Il loro primo album, “Hometown”, dà un saggio della sua bravura come cantante e chitarrista. Nel 1999, Ana va in Olanda a studiare chitarra jazz e diviene rapidamente un’ icona della scena Blues olandese ottenendo grande successo anche nella vicina Germania. Con il suo Cd di debutto da solista “Comfort to the Soul” (2003, Ruf Records), la Popovi? rende chiaro che non vuole riciclare logori cliché e cambia il modo di amalgamare Blues, Rock, Soul e Jazz. Segue un’impressionante lista di premi ricevuti da questa giovane artista: nel 2002 tre nomination (migliore cantante, migliore chitarrista, miglior album) ai French Blues Awards; nel 2003 Ana è la prima artista europea ad essere mai stata nominata per il premio "Miglior Nuovo Artista Blues" al W.C. Handy Award Show di Memphis. Nel  2004 è stata nominata al Jammie Awards di New York City con "Comfort To The Soul" e ha vinto il prestigioso premio ‘’Jazz a Juan Revelations” a Juan-Les-Pins in Francia. I’m Here To Steal The Show è il refrain  della sua prima canzone “Don’t Bear Down On Me”, ed è anche il motto di Ana ai suoi concerti. Tanto alla voce quanto alla chitarra, il suo è uno stile dal forte impatto che mira a caricare i pezzi di vigore elettrico e di passione. Il suo quinto ed ultimo disco è ‘Still Making History’ (2007), registrato in America con una schiera di session man che hanno contribuito alla storia del Rock, Blues e Soul degli ultimi 20 anni. Con le sue canzoni, la fresca interpretazione ed il suo blues senza confini, Ana è una giovane che dal vivo dà sempre il massimo.La serata si conclude a La Darsena bar Caffè di Castiglione del lago con la selezione musicale Afro-beat, Roots Reggae, R’n’B a cura di Gianluca Diana, ideatore e conduttore del programma radiofonico “Mojo Station, Il Blues e le sue culture” in onda da sei anni consecutivi sulle frequenze di Radio Città Aperta e co-conduttore della sessione estiva di “Battiti” su Radio Rai 3.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*