INCHIESTA ASL3: MARINI, GIUNTA RESPONSABILE E PRUDENTE

<p>(UJ.com) PERUGIA - La giunta regionale, riguardo alle prime risultanze dell'inchiesta giudiziaria del tribunale di Perugia che riguarda l'Asl 3 Foligno-Spoleto ed il suo direttore generale, Maria Gigliola Rosignoli, ha ''agito con responsabilità e prudenza'': lo ha ribadito stamani la presidente dell'esecutivo umbro, Catiuscia Marini, nella conferenza stampa di fine anno. ''Quella che riguarda l'Asl <b>numero</b> 3 - ha osservato Marini - è sicuramente la situazione più delicata di quanto emerso finora dall'inchiesta. E' vero che il direttore generale è un professionista, con un rapporto principalmente di lavoro con il servizio sanitario, ma non sono secondari i contenuti di un'indagine e l'esito giudiziario delle vicende. L'oggettività dei fatti che emergono è il presupposto per valutare un professionista e perché un professionista possa tutelare se stesso''. La Marini ha concluso ribadendo che ''quello della sanità è un settore che, più di altri, ha implicazioni di carattere politico''.</p>
<p> </p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*