INAUGURAZIONE DI PANE IN PIAZZA: LE FORME, I SAPORI, LA TRADIZIONE DEL PANE ITALIANO

<p>HTML clipboard(UJ.com) CORCIANO - Per tre giorni l’antico borgo di Corciano sarà pervaso dal profumo del pane appena sfornato: da venerdì 25, giorno dell’inaugurazione della VI edizione di Pane in Piazza (ore 17,30), a sabato 26 e domenica 27, dalle ore 10 alle ore 20. Per l’occasione, tutti i musei cittadini rimarranno aperti. Nelle piazze e nelle vie del centro storico di Corciano, uno dei Borghi più belli d’Italia, sarà presente il pane tipico del territorio e di tutte le città ospiti con l'intento di diffondere il gusto della <b>panificazione </b>artigianale, della tradizione e della cultura del pane , esaltando la peculiarità delle produzioni nazionali e locali. La manifestazione è patrocinata dalla Regione Umbria e dalla Camera di Commercio di Perugia. Tra gli appuntamenti da non perdere, la dimostrazione della tecnica della panificazione a cura degli artigiani del territorio con degustazione gratuita dei prodotti da forno; e l’ormai tradizionale concorso giunto alla terza edizione della “Ruota tradizionale umbra” con la degustazione dei pani.</p>
<p> </p>
<p>Ancora:per Il Pane d’Italia, esposizione e degustazione gratuita dei vari tipi di pane italiano (a cura dell’associazione nazionale “Città del Pane”), e Pan del mondo… pane altrove, con degustazione e vendita dei pani delle città gemelle di Pentling (Germania), che presenteranno il pane brezel (ciambella) accompagnato da ottima birra bavarese; e di Civrieux d’Azergues (Francia): pane all’uvetta e <b>nocciole</b>, accompagnato da confetture e formaggi francesi; Domenica sarà presente uno stand informativo e di degustazione gratuita di prodotti da forno per soggetti intolleranti al glutine, a cura dell’ Associazione Italiana Celiachia - Umbria – Onlus. Non mancheranno i laboratori dedicati a bambini per la realizzazione di piccoli oggetti con la pasta di pane; pane e porchetta cotta a legna e uno stand librario a tema.</p>
<p> </p>
<p>Concorso “Ruota <b>tradizionale</b> umbra” Il Comune di Corciano, in collaborazione con la Comunità Montana Associazione dei Comuni Trasimeno Medio Tevere, promuove per il terzo anno consecutivo un concorso volto a qualificare i migliori pani prodotti da forni ubicati nel territorio regionale umbro, con farine di origine locale e dell’Associazione Temporanea di Imprese “Farina del Perugino”. I pani dovranno essere ispirati alla tradizione del pane di forma rotonda della Roma repubblicana ed imperiale, che ha trovato seguito nella “ruota tradizionale umbra”.</p>
<p> </p>
<p>La storia ci dice infatti che, intorno al IV secolo A.C., il farro, da cui si produceva una specie di polenta (puls) era il cereale base dell’<b>alimentazione</b> dei Romani; nel passaggio dalla polenta al pane, che data intorno al II secolo A.C., si giunse a produrre una focaccia bassa, che si cuoceva sotto la cenere e che in Umbria viene chiamata Torta al testo nel territorio perugino, crescia nell’eugubino e ciaccia nell’alta valle del Tevere.</p>
<p> </p>
<p>Il frumento arrivò più tardi, dalla Sicilia e dal Nord Africa, agli inizi dell’era imperiale, andando a sostituire il farro nella panificazione. In epoca imperiale si producevano ormai vari tipi di pane: quello rotondo, la ruota <b>romana</b>, era il più comune, e la pagnotta era divisa in quattro porzioni, con due tagli praticati in superficie prima di essere cotto, mentre nelle forme più grandi i tagli erano quattro ed il pane risultava suddiviso in otto porzioni.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*