Il sindaco Claudio Ricci risponde al Comitato Frana Tor Giovannetto

Il Sindaco Claudio Ricci ha appreso “con rammarico”, delle “critiche” rivolte nei suoi confronti dal Comitato <b>Frana Tor Giovannetto</b>. “Non entrerò in nessuna polemica”, dice Ricci, in quanto “ho sempre lavorato solo per essere al servizio della gente”.<br />E’ doveroso chiarire che, proprio a partire da una sollecitazione del Sindaco Ricci e dall’Amministrazione Comunale, sono stati assegnati, dalla Protezione Civile (come scritto nel decreto) i fondi necessari per l’intervento in atto, ben 2.5 Milioni di Euro.<br />Il Sindaco “sempre in prima linea su questa vicenda dall’inizio del mandato” (Giugno 2006) “è stato l’unico a partecipare ad ogni incontro richiesto dai cittadini”. Anche di fronte a “problemi che sembravano insormontabili”, come quello della demolizione dei volumi ex industriali, si è prodigato per “raggiungere l’obiettivo”.<br />Attualmente i lavori del muro in terra armata, malgrado la pioggia (di molti giorni), stando procedendo bene. Il Sistema di monitoraggio è stato realizzato e anche nella strada sono in atto i lavori di riqualificazione. Entro 10-15 giorni, da domani, tutto sarà terminato (pioggia permettendo). La proroga di 36 giorni, concessa diverse settimane fa, durante la pioggia, era solo “amministrativa” e, operativamente, non servirà. <br />Circa un anno e mezzo fa, quando c’erano “immensi problemi”, durante una “tumultuosa assemblea” svolta in Sala della Conciliazione, che molti ricordano, mi presi  la responsabilità di indicare una data: “agosto 2008” e agosto 2008 sarà. Certamente, ancora, “non siamo in grado di gestire la pioggia” ma, tecnicamente, tra qualche anno, si “potrà fare anche questo” (secondo le ultime ricerche). <br />Ringrazio Regione, Provincia (e anche la Comunità Montana) che, proprio per riaprire prima possibile, hanno accolto la sollecitazione del Comune di fare, per martedì 29 Luglio, un “Comitato Interistituzionale” al fine di “velocizzare le procedure finali”.<br />C’è solo, da parte da parte mia, “grande rammarico”: essere vicini al traguardo della riapertura, dopo quattro lunghi anni, e, malgrado questo, “venire criticati aspramente” per qualche “presunto giorno di ritardo” causato dalla pioggia.<br />Comunque chi amministra deve “saper accettare anche questo”, lavorando solo per risolvere i problemi della gente.   

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*