IL PERUGIA PAREGGIA A SORRENTO (1-1)

<p>(UJcom) SORRENTO - Andrea De Faveri di San Donà del Piave, un nome che entrerà negli almanacchi della storia del Perugia, visto che proprio il fischietto veneto ha interrotto alla cinquantesima gara <b>l'incredibile record</b> di partite senza rigori a favore assegnati al Perugia, fermatosi fortunatamente a quarantanove gare. E proprio il rigore trasformato da "Rafa" Bondi ad inizio ripresa ha permesso al Grifo di tornare con un punticino da Sorrento. Un punto che se da una parte tampona lo "score" negativo dei biancorossi lontano dal "Curi", lascia sicuramente un po' di rammarico per un'altra occasione mancata visto che per oltre quarantacinque minuti, recupero compreso, i grifoni hanno goduto della superiorità numerica senza riuscire a segnare il gol della vittoria (quindici giorni fa a Lumezzane nell'identica situazione si era addirittura perso). <br /><br />Il quinto posto del Benevento si allontana pericolosamente a quattro punti e, come paventato, la squadra sta pian piano scivolando nell'anonimato del centro-classifica. Un pari equo quello di Sorrento, ottenuto sul terreno in sintetico della terzultima in graduatoria, un pari che potrebbe non bastare a salvare la panchina di Giovanni Pagliari. Il presidente <b>Covarelli</b>, seduto al "Campo Italia" insieme all'ex D.s. Ferrigno e al procuratore di molti giocatori del Pisa di Braglia, Gianni Prete, (nella foto), non ha rilasciato dchiarazioni al termine della gara ma la senzazione che nelle prossime ore possa succedere qualcosa è' forte e tutto quello che è accaduto in questa tellurica settimana lo lascia presagire. Restiamo in attesa di eventuali novità che, come sempre, vi comunicheremo nella maniera pù celere possibile.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*