I cittadini incontrano gli "occupanti"

PERUGIA - Oltre venti rappresentanti dei comitati cittadini hanno partecipato all’incontro sul tema della sicurezza, organizzato dai consiglieri del Pdl. Dopo le 21,00, l’aula consiliare di Palazzo Cesaroni è stata teatro di un proficuo dibattito durante il quale gli esponenti del Pdl e i tanti perugini intervenuti si sono confrontati sulla <b>carenza</b> della normativa vigente, sulla proposta di legge della minoranza e sui motivi che hanno spinto i consiglieri del centrodestra a costruirsi in assemblea permanente tra gli scranni dell’emiciclo di piazza Italia. Volontà unanime dei rappresentanti del Pdl, quella di dare ascolto a tutte le parti sociali coinvolte dalla partita sicurezza, dai sindacati di polizia (con cui l’incontro si è tenuto ieri alle 18,00) ai singoli cittadini, anello più debole della catena, vittime impotenti di un’ondata di criminalità che pare non avere fine.<br /><br />“Una forma così estrema di contestazione- hanno dichiarato i consiglieri del Pdl- è il frutto di una situazione divenuta insostenibile. Il rispetto per le istituzioni non può prescindere dalla tutela dei cittadini, tutela che, ancora una volta, l’amministrazione di <b>sinistra</b> ha dimostrato di non saper garantire”. <br />“Siamo di fronte ad una cittadinanza consapevole e responsabile – hanno detto ancora gli esponenti del centrodestra- che si organizza in comitati e si attiva per il bene comune della sicurezza, proponendosi come valido sostegno all’attività delle forze dell’ordine. Presidiano il territorio e segnalano gli episodi di criminalità cui, loro malgrado, sono costretti ad assistere quotidianamente. Confrontarsi con chi lotta in prima linea per la difesa del proprio quartiere, con chi non lascia che la propria casa nelle mani della malavita, è un passaggio fondamentale per comprendere i disagi profondi dei cittadini, disagi dai quali partire per una legge efficace in materia di sicurezza”.<br /><br /> “Stando all’atteggiamento della maggioranza – hanno concluso i rappresentanti dell’opposizione- anche quando si arriverà a discutere la proposta di legge, appare chiaro che cambierà molto poco rispetto all’attuale situazione. Mentre la giunta <b>finanzia</b> cospicuamente progetti di tutt’altra natura, come il mercato equo e solidale che ha ricevuto 100mila euro per una giornata di festeggiamenti, oppure il campo di calcio per la Figc, a cui la Regione ha contribuito con 300mila euro, ai 92 comuni umbri non resterà che spartirsi, come sempre, i miseri 200mila euro con cui, secondo la squadra Lorenzetti, dovrebbero garantire l’incolumità di tutta la cittadinanza”.<br />Nel salutare le persone presenti all’incontro, gli esponenti del Pdl hanno ringraziato i comitati per la vicinanza dimostrata in questi due giorni di assemblea permanente, garantendo il proprio impegno nel difendere una causa giusta, segno di civiltà e attenzione a quelli che sono i reali problemi dell’Umbria.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*