GUBBIO: le "nuove teorie" sul centenario rossoblù

<p>(UJ.com) GUBBIO - In casa Gubbio invece è giunto in prova l'attaccante argentino Matias Jesus Ragusa ('85), nella passata stagione autore di 18 reti a Chioggia in D. Frattanto in considerazione del centenario che ci si appresta a celebrare, il giornalista professionista Gianluca Sannipoli dice: "Ho letto con attenzione l’articolo a pagina 8 di “Qui Gubbio” del 30 luglio scorso, che presentava “la versione” dell’onorevole Vinicio Baldelli sulla nascita dell’Associazione Calcio Gubbio. Baldelli ha ragione nel rimarcare che nel 1910 a Gubbio il calcio non veniva ancora praticato a livello agonistico. Se dopo il ritorno di don Bosone da Roma si giocassero partitelle tra amici non possiamo saperlo e, in realtà, nemmeno ci interessa. Non si può far risalire la nascita di una associazione sportiva al regalo di un pallone di calcio, sarebbe come dire che la Fiat è nata dalle passeggiate in bicicletta di Giovanni Agnelli!</p>
<p>La storia si fa con i documenti d’archivio e anche con le testimonianze dirette. Ovviamente i primi hanno la precedenza per due motivi: innanzitutto perché la memoria può giocare brutti scherzi e a distanza di tempo è facile confondere date e particolari; l’altro motivo è perché nella storia che va oltre la contemporaneità, con i soli ricordi non sarebbe possibile aggiungere alcuna novità. Se ci si basasse solo sulle testimonianze, già per quello che accadde novant’anni fa non ci sarebbe alcuna speranza di ampliare le conoscenze. Dunque, in presenza di versioni diverse di uno stesso fatto accaduto molti anni fa, è necessario dare la precedenza ai documenti d’epoca.</p>
<p>Per fare un esempio e restare a questo periodo, il Bologna sta per festeggiare il suo primo secolo di vita. La società venne fondata domenica 3 ottobre 1909, come sezione "per le esercitazioni di sport in campo aperto" del Circolo Turistico Bolognese. Non è difficile trovare molti altri casi simili: le società calcistiche nate in quegli anni, avevano in gran parte origine dalle costole di società polisportive.</p>
<p>E’ quanto avvenne anche a Gubbio. Anche l’A.S. Gubbio ha una data di nascita ufficiale che (quella sì!) andrebbe ricordata: è martedì 25 marzo 1913, quando i giovani della S.P.E.S. deliberarono di “istituire, oltre le sezioni ginnastica e podistica, una ciclistica, alpinistica e di foot-ball. A presidente venne eletto Igino Turchetti e a delegati delle cinque sezioni i soci: Meletti Alfredo per la podistica, Rossi Dante per la ginnastica, Donati Lodovico per l’alpinistica, Ciammarughi Alfredo per la ciclistica e Nicchi Domenico per quella del foot-ball”. Questa notizia è ancora oggi ben leggibile sul periodico locale “L’Ingino” del 6 aprile 1913. In nessun programma di tutte le manifestazioni sportive organizzate dalla S.P.E.S. nei tre anni che vanno dal 1910 al 1913 si parla mai di partite di calcio o foot-ball (come si diceva allora).</p>
<p>Ma sbaglia anche l’onorevole Baldelli quando dice che la società sportiva Gubbio nacque nel 1926. Anche in questo caso ci aiutano a far chiarezza alcuni periodici e altri documenti dell’epoca. La delibera del podestà Marchetti di realizzazione del campo sportivo nell’ex orto di San Benedetto non è del 1926, ma del 7 dicembre 1928. La Società Sportiva Umberto Nobile (così si chiamava) era stata costituita a fine giugno di quello stesso anno. Ma in precedenza ne esisteva un’altra che aveva ereditato le attività della S.P.E.S. dopo la prima guerra mondiale. Di questa società esiste un documento (praticamente unico) conservato nella sede dell’A.S. Gubbio. Si tratta di un sollecito agli iscritti di pagare la quota sociale e porta la data del 22 gennaio 1924. Quindi è chiaro che esiste una continuità di atti tra la S.P.E.S. e le società sportive che si sono alternate in seguito, ferma restando il 1913 come anno di nascita dell’associazione calcio.</p>
<p>Un’ultima doverosa annotazione è necessaria per ricordare Igino Turchetti. Pochissimi eugubini sanno chi fosse, per il semplice fatto che morì a 24 anni sui campi di battaglia della Francia durante la prima guerra mondiale. Igino Turchetti va senz’altro considerato il primo presidente del Gubbio, in quanto presidente della S.P.E.S. nel 1913".</p>

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*