FP-CGIL: ACCORDO SOTTOSCRITTO AL COMUNE DI PERUGIA

<p>(UJ.com) PERUGIA - La Funzione Pubblica CGIL Provinciale ha voluto fortemente la sottoscrizione dell’accordo al Comune di Perugia. Quanto riportato dagli organi di stampa in data odierna rispetto alle vicende contrattuali al Comune di Perugia, lascia intravedere la non condivisione di questa <b>Organizzazione</b> dell’accordo sottoscritto. Al fine di evitare incomprensioni o di prestare il fianco a strumentalizzazioni che “qualcuno” ad arte sta già mettendo in atto si precisa quanto segue:</p>
<p> </p>
<p>1. Pur non avendo partecipato fisicamente agli incontri causa impegni precedentemente assunti, il sottoscritto è sempre stato <b>correttamente</b> informato sul confronto e sull’esito delle riunioni e ha sempre condiviso con la CGIL Aziendale l’atteggiamento da assumere.</p>
<p> </p>
<p>2. La CGIL pur rispettando le opinioni e la scelta di chi non ha sottoscritto tale accordo, non può comunque accettare proclami o lezioni da parte di nessuno soprattutto da quelle “Organizzazioni Sindacali”? quasi sconosciute che si garantiscono la sopravvivenza solo pescando nel torbido e con tanta <b>demagogia</b>, ignorando provvedimenti legislativi che continuano a massacrare i dipendenti pubblici, il lavoro e il servizio pubblico, contro i quali la CGIL si è mobilitata in passato (Decreto Brunetta) e continua a farlo contro la manovra finanziaria del Governo.</p>
<p> </p>
<p>3. Non abbiamo sottoscritto l’accordo certamente per fare un favore all’Amministrazione nei confronti della quale abbiamo qualcosa da rimproverare, soprattutto nel modo in cui ha condotto il confronto sindacale da sette mesi a questa parte, ma esclusivamente nell’interesse dei lavoratori, anche alla luce dei nuovi <b>provvedimenti</b> Governativi che, in assenza di ulteriori chiarimenti o modifiche, intervengono in modo retroattivo anche sui contratti sottoscritti nel biennio 2008 – 2009, obbligando il riassorbimento di quanto erogato o comunque impegnato, ma non ancora speso, che superi l’incremento del 3,2% del salario contrattuale (331.586 euro).</p>
<p> </p>
<p>Detto ciò la FP – CGIL apporrà <b>formalmente</b> la propria firma sull’accordo non sottraendosi al vincolo dell’approvazione da parte dei lavoratori la cui assemblea è stata indetta per martedì prossimo.</p>
<p> </p>
<p> </p>
<hr />
<p> </p>
<p> </p>
<p><b>L’uovo oggi o (forse…) il guscio domani… ?</b><br /><br /></p>
<p>Ieri è stata firmata un’ipotesi di accordo per erogare la produttività dell’anno 2009. Purtroppo, constatiamo con <b>rammarico</b> che in questo periodo sono state copiosamente diffuse informazioni scandalosamente false e tendenziose, con il solo evidente scopo di mistificare la realtà.<br /><br /></p>
<p>Scambiando (consapevolmente?…) la causa con l’effetto, si è fatto riferimento alla manovra economica del Governo - che incombe su tutti i lavoratori – per affermare che o si fa l’accordo sulle progressioni <b>economiche</b> dal 2009 e sull’art.17 lett. F o si perde tutto, mentre in realtà è vero il contrario.<br /><br /></p>
<p>E del resto, la strumentalizzazione riesce facile: chi – infatti - non sarebbe favorevole alle progressioni economiche per tutti i lavoratori e le lavoratrici dell’ente? Significherebbe certamente stabilizzare il reddito, per alcuni. Per alcuni – appunto – ma non per tutti, perché quelli che nella fascia di <b>riferimento</b> sono all’ultimo scatto non prenderebbero nulla, al pari di quelli che hanno fatto un passaggio verticale e dei neo assunti. <br /><br /></p>
<p>La posizione della FP-CGIL aziendale è stata chiara fin dall’inizio: per quale motivo dovremmo lasciare le risorse destinate alla produttività 2009 in mano all’Amministrazione? Richiediamo che queste vengano <b>corrisposte</b> ai lavoratori, tutte e subito. <br /><br />Ma la crisi la vediamo solo noi? <br /><br />Ma quello che era nell’aria in merito alla manovra economica del Governo, lo sentivamo solo noi? <br /><br />Ma la forte campagna di denigrazione dei <b>dipendenti</b> pubblici orchestrata dal Ministro Brunetta, non preparava a tutto questo?<br /><br /></p>
<p> </p>
<p>Per fare un esempio, mettiamo che la produttività 2009 sia un uovo: è preferibile mangiare l’uovo oggi o tagliarlo in tante piccole parti, e mangiarne una nel 2010, una nel 2011, una nel 2012 e una nel 2013? Inoltre, c’è un ulteriore problema: cioè che l’Amministrazione, così solerte nell’applicare i <b>decreti</b> ancor prima che diventino legge, ha già “congelato” i 331 mila € destinati alla produttività 2009; infatti, secondo l'Amm.ne, queste risorse  - in base al decreto 78 del 31/05/2010 - vengono “congelati” in attesa di chiarimenti dal Ministero della Funzione Pubblica.<br /><br /></p>
<p>Eccoli i primi effetti della manovra economica del Governo! Quelle risorse, conquistate dalla FP-CGIL ridiscutendo con il Governo a livello <b>nazionale </b>e con il Comune di Perugia a livello decentrato, che abbiamo richiesto con forza uscendo anche sulla stampa (si parla di Ottobre 2009), vengono per ora “sospese”.<br /><br />Che cosa succederebbe alle progressioni orizzontali per effetto della manovra? <br /><br />Quale interpretazione darebbe l’Amministrazione della legge che verrà promulgata?<br /><br /></p>
<p>In questo clima di totale incertezza, abbiamo quindi richiesto di pagare ai dipendenti tutta la produttività del 2009 nel 2010, ritenendo più utile che – in questa fase – queste risorse vengano rese finalmente disponibili ai lavoratori piuttosto che rimanere nei conti bancari dell’Amministrazione.<br /><br />Molti lavoratori, del resto, nel mese di Giugno hanno da far fronte alla rata del mutuo o ad altri impegni di spesa programmati, rispetto ai quali avevano magari fatto affidamento sulla disponibilità delle risorse <b>derivanti </b>dalla produttività.<br /><br /></p>
<p>Sono queste le motivazioni che ci hanno convinto a sottoscrivere l’ipotesi di accordo, che dovrà essere sottoposta al giudizio dell’assemblea dei lavoratori, ai quali – per quanto ci riguarda – spetta comunque l’ultimo e vincolante parere in merito.<br /><br />Queste, non altre!<br /><br /></p>
<p>E a chi, anche nelle ultime ore, si premura di affermare falsità, facendo circolare comunicati infarciti di considerazioni (o farneticazioni?…) pseudo-sindacali, verrebbe da dire che forse è più interessato alla propria <b>progressione</b> che non ad un risultato collettivamente apprezzabile.<br /><br />E che, sempre per non scambiare la causa con l’effetto, farebbe bene anche lui a prendere uno di quegli autobus che il 12 Giugno partiranno per Roma!<br /><br />La Segretaria Aziendale al Comune di Perugia dell’FP_CGIL<br />Mancini Patrizia</p>
<p> </p>
<p><b><a href="http://www.umbriajournal.com/MediaCenter/FE/articoli/universita-nel-piano-formativo-accolte-le-prime-ri.html" target="_self">- UNIVERSITA' - “NEL PIANO FORMATIVO ACCOLTE LE PRIME RICHIESTE DI TERNI</a></b></p>
<p><b><a href="http://www.umbriajournal.com/MediaCenter/FE/articoli/economia-bankitalia-nel-2009-dati-negativi-ma-in-m.html " target="_self">- ECONOMIA: BANKITALIA, NEL 2009 DATI NEGATIVI MA IN MEDIA PAESE </a></b></p>
<p><a href="http://www.umbriajournal.com/MediaCenter/FE/articoli/commercio-bene-laccordo-tra-sindacati-e-coop-sulle.html " target="_self"><b>- COMMERCIO: “BENE L’ACCORDO TRA SINDACATI E COOP SULLE APERTURE FESTIVE”</b> </a></p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*