FOLIGNO CALCIO - MATRECANO: "SCONFITTA DA ARCHIVIARE"

<p>post <b>L. Pioppi </b>UJcom2.0 <b><a title="Scrivi a Luana Pioppi" href="mailto:luanapioppi@alice.it" target="_blank"><span style="color: #006699;">@</span></a> </b>(UJ.com) FOLIGNO - Dopo la sconfitta di Cosenza il tecnico, Salvatore Matrecano, si è concesso alle domande dei giornalisti presenti presso la sala stampa degli impianti sportivi di Campo di <b>Marte </b>prima della seduta di allenamento, una partita sbagliata da archiviare immediatamente – ha affermato. Di seguito le dichiarazioni dell’allenatore: “Abbiamo sbagliato atteggiamento, quello di Cosenza è un passo falso contro un avversario apparso in difficoltà. Nella prima parte dell’incontro stavamo tenendo bene il campo, eravamo corti ed uniti, dopo il loro vantaggio, avvenuto a seguito di un nostro errore in fase di possesso, non siamo stati in grado di reagire. <br /><br />Il gol – ha affermato Matrecano – è stato conseguenza di una nostra disattenzione ed un posizionamento errato proprio perché, come detto, eravamo in possesso; da lì in poi il Cosenza ha preso coraggio pur non impensierendoci ma noi non siamo stati all’altezza e in grado di pungere a dovere. La <b>gara </b>è stata decisa – ha proseguito – da uno dei pochissimi tiri dei calabresi, pochi anche i nostri del resto. Avevamo preparato la partita come sempre e non ci siamo trovati in un ambiente ostile; con Papa non al meglio ho optato per Coresi fra le righe anche in virtù dei buoni segnali offerti in settimana ma ci è mancata, globalmente, la giusta determinazione. In settimana, a partire da oggi – ha concluso – analizzeremo cosa non ha funzionato per non ripetere gli stessi errori. Al momento la classifica ci vede in quella zona che io definisco ‘d’ombra’ nella quale se domenica riusciremo a battere il Pisa potremo nuovamente navigare con una certa tranquillità rispettando gli obiettivi ma, attualmente, non possiamo più permetterci di sbagliare per evitare di ritrovarci risucchiati nella bagarre play-out.</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*