CRONACA Il Lago Trasimeno continua a fare vittime

<p>(UJ.com) TUORO - Non si conosce l'identità, non aveva documenti con sé l'uomo, il cui cadavere, è stato ritrovato ieri sera nelle acque del Lago Trasimeno. A dare l'allarme, attorno alle 21,30 una coppia di <b>Cortona</b> che ha visto affiorare il corpo nei pressi della darsena di Tuoro. Ha un'età apparente compresa tra i 50 e i 60 anni e potrebbe essere stato in acqua già da qualche giorno. Nessuno a sporto denuncia per la sua scomparsa e per risalire alla sua identità bisognerà forse attendere giorni.
<p>Il medico legale, Marco Brunori, ha detto che non ci sarebbero segni di violenza e da una prima ricognizione cadaverica, il poveretto aveva il volto trasfigurato, la pelle completamente lacerata e rigonfio per via dell'acqua ingerita. La rigidità che sopravviene dopo la morte aveva già i suoi segni: dita e mani piegate come in un disperato tentativo di aggrapparsi a qualche cosa. Qualcuno dice che potrebbe trattarsi di un uomo, zoppo, che era solito frequentare le acque del Lago, ma per ora non si sa nulla di più. Sul posto i Vigili del fuoco e gli uomini della polizia scientifica.</p>
<p>Il Trasimeno, anche nei giorni scorsi, era stato <b>teatro</b> di altre morti: una giovane dominicana deceduta per una congestione durante un bagno notturno e quella di una donna che si era uccisa gettandosi nelle acque del Lago. <br /><br />Il cadavere di un uomo è stato recuperato questa sera nel lago Trasimeno, nei pressi della darsena di Tuoro. Il corpo, non ancora identificato, - secondo le prime informazioni - è sprovvisto di documenti ed era in acqua da qualche giorno. I carabinieri non hanno rilevato segni di violenza sul cadavere (dall'età apparente di 50-60 anni). Il magistrato di turno ha comunque disposto l'autopsia per chiarire le cause della morte. A notare nel lago il cadavere sono stati due pescatori. Sono poi intervenuti i vigili del fuoco che l'hanno recuperato.</p>
</p>

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*